Pakistan: libera la bimba cristiana accusata di blasfemia

Pubblicato il 7 settembre 2012 10:12 | Ultimo aggiornamento: 7 settembre 2012 10:12

ISLAMABAD – Torna libera Rimsha, la bimba cristiana accusata in Pakistan di blasfemia per aver “bruciato” pagine del Corano. Un tribunale pakistano le ha concesso la libertà su cauzione.

La decisione era attesa dopo che il suo accusatore, l’imam Khalid jadoon, era stato arrestato perchè sospettato di aver manipolato le prove contro la piccola, che tra l’altro ha un ritardo mentale.

Il giudice ha accolto la richiesta di libertà presentata dai difensori della bambina cristiana, ponendo come condizione il pagamento di una cauzione di 500.000 rupie pachistane (4.141 euro).

Al termine dell’udienza il giudice Azam Khan si è limitato ad annunciare di aver deciso, ”dopo aver ascoltato le parti, di concedere la liberta”.