Papà poliziotto litiga al telefono con la moglie e dimentica figlio in vasca: è morto annegato

di redazione Blitz
Pubblicato il 19 luglio 2017 12:02 | Ultimo aggiornamento: 19 luglio 2017 12:02
Papà poliziotto litiga al telefono con la moglie e dimentica figlio in vasca: è morto annegato

Papà poliziotto litiga al telefono con la moglie e dimentica figlio in vasca: è morto annegato

EL PASO (TEXAS, USA) – Una telefonata tempestosa con la moglie lo ha distratto e si è dimenticato del figlioletto nella vasca da bagno. Così il piccolo Azrael Licon è morto annegato. Il papà Raymond Licon Jr, poliziotto di 27 anni, si è dimenticato di lui mentre litigava al telefono con la moglie, dalla quale si stava separando. La tragedia si è consumata lo scorso 20 luglio a El Paso, in Texas.

Intorno alle 20.30 il papà aveva deciso di fare un bagnetto al bambino. Ha aperto il rubinetto, poi il cellulare ha squillato e lui è corso a rispondere, probabilmente pensando di sbrigarsela con poche rancorose parole. Ma la discussione è stata più animata del previsto, per 45 minuti la mamma e il papà si sono scambiati urla al telefono. Quando l’acqua ha iniziato a spandersi sul pavimento dell’appartamento era ormai troppo tardi.

A quel punto il poliziotto si è ricordato di aver lasciato il piccolo di appena 11 mesi nella vasca da bagno. A nulla sono valsi i tentativi disperati di rianimarlo, né la corsa all’ospedale. Il bimbo è morto annegato. Non ha provato a giustificarsi né si è sottratto alle sue responsabilità: il papà si è quindi consegnato ai poliziotti che lo hanno arrestato. Per liberarlo è stata fissata una cauzione di 10 mila dollari. Intanto la Polizia di El Paso lo ha licenziato.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other