Siria. Il regime apre il fuoco su Homs: almeno 2 morti

Pubblicato il 27 Febbraio 2012 9:06 | Ultimo aggiornamento: 27 Febbraio 2012 13:36

AMMAN – Ancora fuoco del regime contro Homs: a partire dall’alba sono stati sparati colpi di artiglieria e razzi contro quartieri sunniti della citta’ e si registrano agia’ almeno due morti. Lo ha riferito alla Reuters un attivista sul posto.

”Intensi bombardamenti sono cominciati all’alba contro i quartieri di Khalidiya, Ashira, Bayada, Baba Amro e nella citta’ vecchia. Stando alle prime informazioni, almeno due persone sono rimaste uccise nella zona sel suk”.

Raggiunto telefonicamente dall’ANSA via Skype, Yasser Homsi, psuedonimo di un attivista anti-regime di Homs, ha precisato che da stamani sono sotto il fuoco dei mortai e dei colpi di carro armato i quartieri di Bab Amro, Khaldiya, Bayada, Ashira. Fonti non confermate riferivano dell’uccisione di due persone uccise nelle prime ore del giorno.

Ieri, secondo il bilancio documentato degli attivisti almeno 59 tra civili e soldati disertori erano stati uccisi dalla repressione del regime. Dal canto suo l’agenzia ufficiale Sana afferma che ieri si sono arresti e consegnati alle autorità 40 terroristi. L’agenzia non ha fornito ulteriori dettagli in merito.     Entro stasera sono attesi i primi risultati del referendum sulla nuova costituzione, anche se non sono stati ancora diffusi i dati dell’affluenza alle urne.