Starbucks rischia di chiudere: “Il clima sta distruggendo il caffè”

Pubblicato il 17 ottobre 2011 14:26 | Ultimo aggiornamento: 17 ottobre 2011 14:26

NEW YORK – La celebre catena di caffetteria, Starbucks, ha il timore di dover presto chiudere bottega. La causa? I continui cambiamenti climatici che potrebbero portare alla fine delle piante di caffè.

Jim Hanna, uno dei dirigenti della compagnia, in una recente intervista rilasciata al Guardian ha dichiarato di dover già oggi fronteggiare gli effetti dei cambiamenti climatici: in particolare sono sempre i più frequenti uragani e lo sviluppo di varietà di parassiti più resistenti a ridurre la produzione di caffè. E Starbucks si sta preparando ad affrontare la minaccia, perché secondo i dirigenti si tratta solo della fase iniziale di un problema destinato ad aggravarsi.

Hanna ha espresso l’intenzione di rafforzare la collaborazione con i produttori locali di caffè per cercare di capire insieme quali possono essere le migliori strategie per proteggere le coltivazioni dagli effetti dei cambiamenti climatici. “In una prospettiva di business – spiega Hanna – abbiamo davvero la necessità di affrontare il problema adesso perché fra pochi anni potrebbe essere già troppo tardi”.