Taiwan/ Torna la paura tsunami: due terremoti in poche ore, il più forte di magnitudo 6.9. Le forti scosse si sono avvertite anche in Giappone

Pubblicato il 17 agosto 2009 13:49 | Ultimo aggiornamento: 17 agosto 2009 13:49
140950_TPE807_

La distruzione portata a Taiwan del tifone Morakot

Già messa a durissima prova dal recente passaggio del tifone ‘Morakot’, lunedì Taiwan è stata per di più colpita da due terremoti nel giro di poche ore, che hanno scatenato il panico tra la popolazione e provocato difficoltà nelle comunicazioni, sebbene al momento non risultino esservi stati feriti nè ulteriori danni materiali apprezzabili.

L’ultima scossa è stata segnalata verso le 18,10 ora locale, quando in Italia erano le 11,10 del mattino. Secondo l’Ufficio Meteorologico Centrale di Taipei, ha raggiunto un’intensità di 6,1 gradi della scala Richter: l’epicentro è stato localizzato circa 126 miglia nautiche al largo della costa orientale del’isola, e a una profondità di 20 chilometri sotto al fondale oceanico.

Circa nove ore prima il sisma era stato preceduto da un altro di proporzioni maggiori, con magnitudo 6,9 ed epicentro localizzato 188 chilometri a sud-est della località di Hualien e a 11 nel sottosuolo.

In entrambi i casi i fenomeni sono stati avvertiti anche in Giappone, sempre con un’intensità di 6,5 gradi Richter: nemmeno sul territorio nipponico si sono registrate conseguenze degne di nota, ma le autorità hanno diramato l’allarme “tsunami” per le isole più meridionali dell’arcipelago: una trentina di minuti dopo la seconda scossa non si era ancora verificata alcuna modifica nel livello delle acque del Mar Cinese Meridionale, ma a parere degli esperti è verosimile si formi un’onda anomala alta almeno mezzo metro.