Test di gravidanza negativo dopo tre anni di tentativi. Il post di Tara Engelberg diventa virale

di Maria Elena Perrero
Pubblicato il 24 Gennaio 2020 21:43 | Ultimo aggiornamento: 26 Gennaio 2020 16:32
Test di gravidanza negativo dopo tre anni di tentativi. Il post di Tara Engelberg diventa virale

La foto postata da Tara Engerlberg con il risultato negativo del test di gravidanza (Foto Instagram)

MILANO  –  Per chi desidera un figlio, la striscia solitaria sul test di gravidanza è una speranza che muore e una disillusione che cresce per quel che avrebbe potuto essere ma non è stato. Anche per Tara Engelberg è così. 

Tara è una giovane donna americana di 33 anni, vive a Denver, in Colorado, e si occupa di alimentazione. Non è famosa, ma la sua storia è arrivata sin oltre oceano perché condivisa su Instagram, ripresa da un sito che si occupa di questioni legate alla maternità e rilanciata da migliaia di donne che hanno vissuto o vivono il suo stesso percorso alla ricerca di un figlio che non arriva. Perché Tara e suo marito da ormai quasi tre anni stanno tentando, invano, di diventare genitori. 

“Ancora un test di gravidanza negativo – ha scritto Tara su Instagram -. Ancora un promemoria del fatto che per non si sa quale ragione non riusciamo a restare incinti. Qualche volta vorrei che ci fosse una videocamera a mostrare l’incubo della sterilità. (…) Dopo ogni test di gravidanza negativo, in qualche modo ritrovo il coraggio e la speranza di riprovare ancora. Ma dopo quasi 1.200 giorni di tentativi qualcosa dentro cambia. Quella speranza che era solita scorrere per il mio corpo così potentemente diminuisce un po’ di più ogni mese”. 

Nello stesso lungo post Tara spiega che adesso dovrà ricorrere alla fecondazione medicalmente assistita, “agli aghi, agli ormoni e a medicine che non so nemmeno pronunciare”. Ma la verità, ammette Tara ai suoi follower, è che “siamo stanchi, esausti. Non avevamo mai pensato che diventare genitori sarebbe stato così difficile, e non avevamo mai immaginato che la montagna da scalare sarebbe stata così alta”. 

Il suo post è stato rilanciato su Instagram da Motherly, sito che si occupa di tematiche connesse alla maternità, e da allora è diventato virale, ripreso da moltissime donne che hanno conosciuto lo stesso calvario. Tara ha ricevuto anche messaggi dall’Italia. “Dall’Italia, ti abbraccio forte. So cosa stai passando. Andrà tutto bene”, ha scritto un’utente.

Negli Stati Uniti, secondo i dati del Dipartimento americano della salute, sono sei milioni le donne che combattono con la sterilità. In Italia, dicono i dati del ministero della Salute, la sterilità riguarda il 15% delle coppie, quasi una su sette. (Fonti: Instagram, Motherly, Business Insider)