Usa. Adorano Adolf Hitler, tribunale nega custodia dei figli a genitori nazisti

Pubblicato il 7 agosto 2010 0:07 | Ultimo aggiornamento: 7 agosto 2010 0:07

Heath e Deborah Campbell con la figlia più piccola

Fanatici del nazismo con una vera e propria adorazione per Adolf Hitler. Per questo a una coppia americana è stata negata da un tribunale degli Stati Uniti la custodia dei propri figli a cui hanno dato nomi di ispirazione nazista. Adolf Hitler Campbell, 4, e le sue sorelle, JoyceLynn Aryan Nazione, 3, e Honszlynn Hinler Jeannie, 2, sono stati portati via dalla loro casa in New Jersey nel 2009.

La vicenda era emersa nel dicembre 2008 – ricostruisce il quotidiano svizzero Le Matin – quando una pasticceria del New Jersey, dove abitavano, si era rifiutata di decorare una torta di compleanno con il nome del festeggiato, il piccolo Hitler. Dopo un controllo dei servizi sociali, i tre bambini vennero trasferiti in una famiglia in affidamento nel gennaio dell’anno successivo. Un tribunale di primo grado aveva poi giudicato che non vi erano elementi sufficienti per togliere la custodia dei bambini ai genitori naturali.

Ma venerdì 6 agosto la corte d’appello ha ribaltato il verdetto, sottolineando le difficoltà dell’ambiente familiare in cui crescevano i bambini: Heath Campbell, il padre 37enne, analfabeta, disoccupato è affetto da turbe mentali; anche la moglie, Deborah Campbell, 27 anni, soffrirebbe, secondo le perizie mediche fornite al tribunale, di disturbi psichici e nervosi. Aveva inoltre in passato scritto una lettera chiedendo aiuto a una vicina, affermando che il marito minacciava di ammazzarla e dicendosi preoccupata per i bambini. In seguito, la giovane pur ammettendo di aver scritto la lettera aveva detto che si trattava “di bugie”.