Usa, enciclica papa Francesco divide politica: a Obama piace, a Repubblicani no

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Giugno 2015 22:30 | Ultimo aggiornamento: 18 Giugno 2015 22:30
Usa, enciclica papa Francesco divide politica: a Obama piace, a Repubblicani no

Usa, enciclica papa Francesco divide politica: a Obama piace, a Repubblicani no

NEW YORK – L’enciclica “ambientalista” di papa Francesco, “Laudato sii”, piace al presidente Obama, molto meno ai Repubblicani. E così le parole del pontefice diventano materia da scontro politico negli Usa. “Do il benvenuto all’enciclica si sua santità Papa Francesco e ammiro profondamente la decisione del Papa di sollevare il caso – con chiarezza e potenza e con l’autorità morale della sua posizione – per un’azione globale sui cambiamenti climatici”: così il presidente Barack Obama in una nota diffusa dalla Casa Bianca.

Ma i repubblicani rimangono irremovibili rispetto alle loro posizioni in tema di cambiamenti climatici, tanto da respingere la chiamata di Papa Francesco. “Mi dispiace, è una questione politica”, dice Rob Bishops, deputato repubblicano dello Utah che presiede la Commissione per le risorse naturali alla camera dei rappresentanti, citato dall’Associated Press, “la gran parte della gente ha preso posizione su questo tema, quindi altra retorica non aggiunge granché”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il senatore James Inhofe dell’Oklahoma, presidente della commissione Ambiante del Senato, che dice di non essere d’accordo “con la filosofia del papa sul riscaldamento globale” e mette in guardia dall’uso dell’enciclica papale da “allarmisti” nello spingere politiche che – dice – portano ad un aumento delle tasse e gravano sui più poveri. Da parte sua lo speaker della Camera, John Boehner, sollecitato, si limita a dire che rispetta “il diritto del Papa a esprimersi su importanti questioni”.

Obama parlerà del problema dei cambiamenti climatici con Papa Francesco “quando verrà in visita alla Casa Bianca a Settembre”, ha detto lo stesso presidente in una nota in cui esprime “la speranza che tutti i leader mondiali riflettano sull’appello di Papa Francesco ad agire insieme per proteggere la nostra casa comune”, la terra.