Usa, Etan Patz scomparso 33 anni fa. La polizia sospende le ricerche

Pubblicato il 23 Aprile 2012 20:56 | Ultimo aggiornamento: 23 Aprile 2012 21:08

NEW YORK – Dopo cinque giorni, la polizia mette fine alle nuove ricerche dei resti di Etan Patz, il bimbo di sei anni scomparso 33 anni fa New York, mentre da solo andava da casa alla fermata dello scuolabus.

Gli agenti non hanno trovato alcuna traccia di resti, ma solo diversi campioni, tra cui dei capelli, che saranno a disposizione dell'Fbi per essere esaminati. Le nuove ricerche dei resti del piccolo Etan, svanito nel nulla il 25 maggio 1979, erano iniziate lo scorso giovedi' in uno scantinato di un edificio di Soho.

Su impulso venuto da un sopralluogo con cani da fiuto, gli inquirenti avevano deciso di setacciare ogni centimetro quadrato di una cantina – a meta' strada del breve tragitto tra la casa di Etan e la fermata del bus – dove lavorava un falegname che aveva una certa confidenza con il bambino.

Dopo anni di ricerche, la famiglia di Etan ha dichiarato morto il bambino nel 2001, il cui caso commosse l'America e sollevo' sin dall'inizio il dibattito sulla sicurezza dei bambini.

Per le sue ricerche, la polizia assegno' al caso oltre 300 agenti e detective; mentre nel nel 1984 l'allora presidente Ronald Reagan stabili' che proprio il 25 maggio dovesse essere la Giornata Nazionale dei Bambini Scomparsi.