Zelensky: “Non sono fuggito in Polonia”. Intanto Usa studiano piano in caso di suo esilio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Marzo 2022 - 11:34 OLTRE 6 MESI FA
Zelensky: "Non sono fuggito in Polonia". Intanto Usa studiano piano in caso di suo esilio

Zelensky: “Non sono fuggito in Polonia”. Intanto Usa studiano piano in caso di suo esilio (foto Ansa)

Il presidente dell’Ucraina Zelensky non ha abbandonato la sua Nazione durante l’invasione delle forze armate russe. Lo fa sapere lui stesso attraverso un video messaggio pubblicato su Instagram. Da buon capitano, non sarebbe intenzionato ad abbandonare la nave. 

Zelensky: “Non sono fuggito dall’Ucraina, voci infondate”

“Ogni due giorni dicono che sono scappato dall’Ucraina, da Kiev. Ma sono qua, lo vedete, al mio posto”. Così Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, in un video postato su Instagram, ha smentito l’annuncio fatto in precedenza dal presidente della Duma russa, Vyacheslav Volodin, secondo il quale lo stesso Zelensky era fuggito in Polonia.

“Nessuno è scappato da nessuna parte, stiamo lavorando”, aggiunge il presidente ucraino, citato da Interfax, indicando che con lui c’è il capo di gabinetto della presidenza Andriy Yermak.  

Guerra in Ucraina,  Usa valutano piani per aiuti a Zelensky in caso di esilio

L’amministrazione Biden inizia a valutare piani per uno degli scenari peggiori, ovvero la caduta di Kiev con l’esilio del governo di Volodymyr Zelesnky e l’insediamento di un regime amico a Mosca. Lo riporta Cbs citando alcune fonti, secondo le quali il dibattito è acceso su come poter assistere, in un caso come questo, Zelensky.

Due componenti della commissione di Intelligence della Camera stanno cercando consensi per una misura bipartisan che richiederebbe all’amministrazione Biden la messa a punto di una strategia per sostenere i ribelli pro-indipendenza nel caso il presidente russo Vladimir Putin conquistasse Kiev e occupasse significative aree dell’Ucraina.