Zimbabwe, dentista Usa uccide leone Cecil: “Pensavo fosse legale”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 luglio 2015 9:09 | Ultimo aggiornamento: 29 luglio 2015 9:09

 

Zimbabwe, dentista Usa uccide leone Cecil: "Pensavo fosse legale"

Zimbabwe, dentista Usa uccide leone Cecil: “Pensavo fosse legale”

BLOOMINGTON – “Pensavo fosse legale“. Walter Palmer, dentista di 55 anni del Minnesota, è il killer del leone Cecil, icona del parco nazionale Hwange in Zimbabwe. Il dentista americano appassionato di caccia ha detto di non sapere che il leone viveva in un parco protetto e di essersi fidato delle guide locali, secondo cui la caccia era legale.

Palmer, già condannato in passato per avere sparato ad un orso nero in Wisconsin, ha rilasciato un comunicato dopo essere stato identificato dalle autorità dello Zimbabwe, che lo starebbero ricercando. L’uomo sostiene di non essere stato ancora contattato, neppure dalle autorità statunitensi:

“Ignoravo totalmente che il leone fosse conosciuto e fosse il preferito (del parco), che avesse sul corpo un segnalatore e fosse oggetto di studi prima della fine della caccia. Sono profondamente rammaricato dalla morte di questo leone. Adoro e pratico con responsabilità questa attività, sempre nel rispetto della legalità”.