Auto, a settembre immatricolazioni -25%. Male Fiat

Pubblicato il 1 ottobre 2012 18:08 | Ultimo aggiornamento: 1 ottobre 2012 18:52
Sergio Marchionne

Sergio Marchionne (Foto Lapresse)

ROMA – Il mercato dell’auto in Italia continua a perdere. A settembre le immatricolazioni di auto nuove sono calate del 25,74%: sono state infatti solo 109.178, contro le 147.021 di un anno fa.

Ma è da tempo che il mercato italiano dell’auto va male. Solo ad agosto il crollo era stato del 20,23%.

Il crollo, ovviamente, colpisce anche e soprattutto Fiat, unica casa automobilistica italiana (almeno per ora). A settembre la quota di mercato di Fiat Group Automobiles si è attestata al 30,26%, in leggero progresso rispetto al 29,65% di un anno fa. Ad agosto la quota del gruppo torinese era stata del 29,6%.

Secondo il segretario della Fiom Cgil, Maurizio Landini, ”La Fiat sta vendendo meno auto non solo per la crisi ma anche perché ha meno modelli dei concorrenti. Non è accettabile che posticipi di altri due anni gli investimenti in Italia il governo dovrebbe fare qualcosa e si dovrebbe aprire ad altri investitori stranieri”.