Busta paga: più 1000 euro nel 2021. Ma solo per i no bonus Renzi fino a 35mila

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Gennaio 2020 14:43 | Ultimo aggiornamento: 3 Gennaio 2020 14:44
Busta paga: più 1000 euro nel 2021. Ma solo per i no bonus Renzi fino a 35mila

Cuneo fiscale. Più netto in busta paga con il taglio delle tasse dei dipendenti (Ansa)

ROMA – A gennaio si aprirà il tavolo con le parti sociali per scrivere il taglio delle tasse per i dipendenti. Per aumentare il netto in busta paga, appunto la riduzione del cuneo fiscale, l’ipotesi di partenza è estendere il bonus degli 80 euro ai redditi fino a 35mila euro.

Il governo metterà sul piatto i 3 miliardi che la legge di bilancio ha stanziato nel 2020, che saliranno a 5 dal prossimo per tagliare le tasse sul lavoro, istituendo il “Fondo per la riduzione del carico fiscale sui lavoratori dipendenti.

Ora si tratta di decidere a chi destinare misura e risorse. L’impianto di partenza dice che il bonus da 80 euro di Renzi sia esteso fino alla fascia di reddito fino a 35mila euro lordi. Una detrazione fiscale che sarà resa strutturale. E che varrà 500 euro in tutto per la metà dell’anno 2020 e mille euro nel 2021.

Per gli attuali percettori degli 80 euro la riduzione del cuneo si tradurrà invece in aumento molto contenuto: tra gli 8.200 euro e 26.600 euro il bonus sarà integrato a regime fino a 100 euro mensili. Chi sta sotto è già tutelato dal reddito di cittadinanza. 

“Come a dire che, a regime – spiega Il Messaggero -, un lavoratore dipendente con un reddito di 24 mila euro che, con il bonus Renzi incassa 960 euro, potrebbe raggiungere quota 1.200 all’anno. I tecnici che lavorano sul dossier, tra l’altro, spiegano che la trasformazione del bonus Renzi in detrazione riguarderà solo i redditi più alti”. (fonte Il Messaggero)