Dl Rilancio: alle aziende da mille a 50mila euro a fondo perduto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Maggio 2020 9:36 | Ultimo aggiornamento: 14 Maggio 2020 9:36
Dl Rilancio: alle aziende da mille a 50mila euro a fondo perduto

Dl Rilancio, conferenza stampa da Palazzo Chigi (Ansa)

ROMA – Fino a 5 milioni di euro di fatturato annuo, tutte le imprese danneggiate dal lockdown per l’emergenza coronavirus riceveranno un contributo economico a fondo perduto.

Minimo mille euro, massimo 50mila euro: la condizione (a parte la soglia massima di fatturato) è aver perso nel mese di aprile 2020 almeno un terzo del giro di affari dell’aprile precedente (2019). 

Il contributo a fondo perduto è a favore “dei soggetti esercenti attività d’impresa e di lavoro autonomo, titolari di partita Iva, comprese le imprese esercenti attività agricola o commerciale, anche se svolte in forma di impresa cooperativa, con fatturato nell’ultimo periodo d’imposta inferiore a 5 milioni di euro”.

La misura si applica anche a chi  ha iniziato l’attività a partire dal 1° gennaio 2019, “il contributo spetta anche in assenza del requisito del calo di fatturato/corrispettivi” si legge nel comunicato stampa del Consiglio dei Ministri che ha licenziato il decreto Rilancio.

I beneficiari del contributo sono stati scaglionati in tre fasce, di seguito i criteri economici di assegnazione:

  • 20% per i soggetti con ricavi o compensi non superiori a quattrocentomila euro nell’ultimo periodo d’imposta;
  • 15% per i soggetti con ricavi o compensi superiori a quattrocentomila euro e fino a un milione di euro nell’ultimo periodo d’imposta;
  • 10 per cento per i soggetti con ricavi o compensi superiori a un milione di euro e fino a cinque milioni di euro nell’ultimo periodo d’imposta.

“Il contributo – si legge ancora – non concorrerà alla formazione della base imponibile delle imposte sui redditi e sarà erogato, nella seconda metà di giugno, dall’Agenzia delle entrate mediante accreditamento diretto in conto corrente bancario o postale intestato al beneficiario”. (fonte Ansa)