Mini Bot per le tasse? Poi in salari e pensioni passo è breve

di Lucio Fero
Pubblicato il 10 Giugno 2019 8:30 | Ultimo aggiornamento: 10 Giugno 2019 8:30
Mini Bot per pagare le tasse? Poi in salari e pensioni passo è breve

Mini Bot per le tasse? Poi in salari e pensioni passo è breve (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Mini Bot per le tasse? Dicono i vari Salvini e Giorgetti e Borghi e Bagnai, insomma dice la Lega tutta che con i mini Bot gli italiani potrebbero pagarci le tasse. Funzionerebbe così, un così in cui tutti ci guadagnano e nessuno ci rimette: lo Stato che deve soldi a fornitori e imprese, lo Stato che paga in ritardo ora invece paga subito e tutto. Ma non in euro, paga in mini Bot. Cioè dà al suo creditore un pezzo di carta su cui c’è scritta una cifra. Mettiamo la cifra sia cento, un pezzo di carta dove c’è stampato cento, al posto di cento euro. 

E che ci fa il fornitore o l’impresa con quel pezzo di carta dove c’è scritto cento? Se ci va al ristorante o al supermercato o dal ferramenta quel pezzo di carta non glielo cambiano certo in cento euro. E neanche gli danno in cambio cento euro di merce. Poi, pian piano qualche commerciante più intraprendente e più amante del rischio il pezzo di carta dove c’è stampato cento lo prende. Al valore di 80 euro, magari 70. Questa però è un’altra storia. Restiamo a quella che raccontano Salvini e pure Di Maio.

Eccola storia: con quel pezzo di carta detto mini Bot con sopra stampata cifra cento, chi l’ha ricevuta dallo Stato la rigira…allo Stato. Insomma ci paga le sue tasse. Riepiloghiamo la storia dove tutti guadagnano: Stato deve a gente 40 miliardi, Stato paga a gente un bel po’ di quei miliardi in mini Bot pezzi di carta, gente paga a Stato le sue tasse in mini Bot, economia gira.

La storia è una bugia, la storia è falsa, bugiarda non si sa quanto per calcolo quanto per ignoranza. Basta una domanda a smontare la storia: le tasse pagate in mini Bot lo Stato le mette in bilancio alla voce incassi, gettito? Se sì, le mette in bilancio al valore dell’euro, come fossero euro? In quel caso è truffa ai danni dei governi, paesi e popoli che condividono l’euro. Oppure non li mette in bilancio? Allora è debito nuovo e  fresco. O li mette in bilancio a valore mini Bot, cioè inferiore a valore euro come da moneta parallela?

 Se i mini Bot servissero per pagare i debiti dello Stato verso i suoi creditori e poi i creditori potessero usare i mini Bot solo per pagare le tasse…lo strumento c’è già da anni, da sempre. Si chiama compensazione fiscale: tu non paghi di tasse allo Stato quanto è documentato lo Stato ti debba come rimborso fiscale. Basta certificare credito pubblico dovuto a ciascuno e scalarlo dalle tasse dovute. Non c’è alcun bisogno di mini Bot. A meno che…

A meno che chi li riceve dallo Stato i mini Bot non possa poi usarli anche per altro che per pagare le tasse. Usarli per pagare beni e servizi. Ammesso che qualcuno li accetti, quando e a che valore saranno accettati, allora i mini Bot sarebbero moneta. Moneta subito svalutata perché nessuno li accetterà a valore 100. Quindi mini Bot moneta alternativa destinata a rapida estinzione. A meno che…

A meno che una quota dei pagamenti dello Stato, tutti i pagamenti, non solo le fatture non onorate, non siano erogati in mini Bot. Un po’, appena un po’ di salari e stipendi e pensioni erogato in mini Bot. E così gli italiani, le famiglie italiane finirebbero per sottoscrivere un po’, almeno un bel po’ del fastidioso debito pubblico italiano. Parte di questo debito pubblico finirebbe più direttamente in tasca degli italiani: dire 38 mila euro a testa è cosa astratta, dire quest’anno 300 euro in meno di salario o pensione perché ci sono in busta 300 non euro in mini Bot è cosa più concreta. Per questa via i 2 e circa 500 miliardi di debito pubblico si aggrappano ai 9.000 miliardi di risparmio e patrimonio privato e la teoria economica sovranista celebra il suo trionfo: il paese sovrano stampa mini Bot che funzionano come euro, paga il debito in euro in mini Bot, i mini Bot sono garantiti da una sorta di prestito forzoso sul risparmio privato.

Circola una teoria molto, per così dire, politichese del perché Salvini e anche Di Maio giochino con i mini Bot. Chissà…magari la teoria ci prende. La teoria è: lo sanno benissimo che mini Bot suona per Ue e mercati, banche e governi europei che condividono con l’Italia l’euro come una minaccia, un accenno, una esercitazione all’uscita dell’Italia dall’euro. Lo sanno, fanno la mossa nella convinzione/azzardo che gli altri, tutti gli altri, prenderanno paura. Prenderanno paura e penseranno: too big too fail, troppo grande l’Italia per farla fallire, troppo grosso sarebbe il botto, ci faremmo male anche noi e quindi sotto ricatto accettiamo di far fare all’Italia deficit e debito. Altrimenti questi in Italia fanno saltare il tavolo, anzi fanno sansone e i Filistei.

Ecco, il vero nocciolo politico della politica della Lega, la sua intima ideologia e strategia sono qui e tutta qui: una dilatazione dell’ego sovrano, una autovalutazione di scaltrezza massima e massima audacia, la convinzione che gli altri si piegheranno. Secondo la teoria, che magari ci prende. O magari no. magari i mini Bot sono solo il calcolo di qualche Stranamore dell’economia, di qualche piccolo borghese di provincia che si sente lui il Cristoforo Colombo del nuovo mondo del reddito. Magari sono solo l’astuzia da retro bottega di un personale politico che è quel che è. Gli stessi che sostengono che per trovare un posto di lavoro a tutti basta pensionare tutti.