Tassa sulla plastica in Manovra: 0,2 centesimi per kg su imballaggi, bottiglie, contenitori

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Settembre 2019 11:27 | Ultimo aggiornamento: 27 Settembre 2019 11:28
Manovra: tassa sulla plastica, 0,2 cent per kg

Bottiglie e contenitori di plastica nel mirino del Fisco

ROMA – Del pacchetto fiscale “green” del nuovo governo, abortito il tentativo del decreto lampo proposto dal ministro dell’Ambiente, resterà nella manovra fiscale in cantiere la tassa sulla plastica, o sugli imballaggi. Un incentivo ai consumatori a preferire prodotti sfusi, un disincentivo alle imprese a modificare in senso più verde produzione e packaging.

Chi inquina paga, il senso. In questo caso – segnala Il Sole 24 Ore che scommette sull’inserimento della tassa nel prossimo Def – un prelievo da 0,2 centesimi di euro per ogni kg di plastica utilizzata. Si applicherà dunque principalmente sugli imballaggi, ma anche a bottiglie, contenitori e confezioni per prodotti alimentari.

La norma – sia pur introdotta per nobili finalità di salvaguardia del pianeta – è comunque politicamente sensibile, perché sempre di inasprimento fiscale si tratta. E il conto si rischia di pagarlo alla cassa.

Del resto, il solo accenno a nuovi balzelli su merendine, bibite zuccherate o gassate, biglietti aerei ecc… ha scatenato un immediato putiferio di reazioni negative. Dall’opposizione come dai partiti del governo che non vogliono essere identificati come partiti delle tasse. (fonte Sole 24 Ore)