Dell’Utri. “Al tuo fianco, Marcello!”. Al fianco di…concorso esterno mafia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Giugno 2014 11:37 | Ultimo aggiornamento: 26 Giugno 2014 11:42

ROMA – Dell’Utri. “Al tuo fianco Marcello!”. Al fianco di…concorso esterno mafia. “Al tuo fianco, Marcello”: è il titolo di un avviso a pagamento che occupa l’intera pagina 26 del Corriere della Sera, e che propone decine di messaggi di solidarietà a Marcello Dell’Utri, l’ex senatore estradato di recente dal Libano ed al momento detenuto in carcere a Parma. A pagina 9 il Corriere della Sera spiega senso dell’iniziative e indica i nomi dei sottoscrittori.

 A firmare i messaggi di sostegno è soprattutto chi ha lavorato con Dell’Utri a Publitalia ’80 o alle attività culturali ed editoriali, dalla Fondazione biblioteca di via del Senato al settimanale Il Domenicale. Da Niccolò Querci, consigliere Mediaset e vicepresidente di Publitalia ’80, assistente di Silvio Berlusconi negli anni Novanta, ad Alessandro Salem, direttore generale dei contenuti Mediaset e braccio destro di Pier Silvio Berlusconi. L’ex direttore del Domenicale, Angelo Crespi, lo ringrazia come editore, mentre altri ricordano conversazioni e interventi alla biblioteca di via Senato. (Felice Cavallaro, Corriere della Sera)

Tecnicamente si tratta di un collage che assembla decine di messaggi firmati. Scrive ancora il Corsera che si leggono, tra le altre, “le firme del cugino dell’ex senatore, Massimo Dell’Utri, professore all’ Università di Sassari, e della Bacigalupo di Palermo, la squadra di calcio dilettantistico fondata da Dell’Utri nel 1957. E del deputato azzurro Massimo Palmizio“.

Sempre tecnicamente si tratta di solidarietà a un condannato in via definitiva, dopo tre gradi di giudizio, per concorso esterno in associazione mafiosa. Un condannato che è stato senatore della Repubblica e che prima della lettura del verdetto finale si era reso latitante per sfuggire alla sentenza.

Dell'Utri. "Al tuo fianco, Marcello!". Al fianco di...concorso esterno mafia

Dell’Utri. “Al tuo fianco, Marcello!”. Al fianco di…concorso esterno mafia