Email da Natalya Kropivnitskaya: è truffa. Vi chiede 410 euro per l’aereo ma…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 febbraio 2015 12:52 | Ultimo aggiornamento: 10 febbraio 2015 12:52

ROMA – Se vi è arrivata una email da Natalya Kropivnitskaya cestinatela. E una truffa via email, scoperta proprio sul finale a causa di alcune sviste dell’autore, che ha per protagonista una ragazza ucraina desiderosa di scappare dal proprio Paese in cerca di una vita migliore in Italia. Poche semplici righe di presentazione e una bella fotografia di Natalya, 30enne di Kiev assieme al proprio cane con sullo sfondo un lago.

Le email successive sono ricche di descrizioni e di fotografie di ogni genere, che ritraggono la ragazza sul posto di lavoro, assieme alle amiche, con i propri genitori e persino con il proprio datore di lavoro. Dopo l’iniziale invito per la festa di compleanno, prevista per il 14 maggio a Kiev, la ragazza invece vuole venire lei per prima in Italia vista la crisi che sta colpendo l’Ucraina. Il colpo di scena finale lo prova a mettere in atto l’organizzazione che attua questo tipo di truffe via web, prima chiedendo l’indirizzo, poi in quale degli aereoporti è più comodo giungere a prendere la fantomatica ragazza e poi, una volta decisa la data (venerdì 13 febbraio), ecco arrivare la copia del visto intestato a Natalya Kropivnitskaya.

Nel visto turistico viene riportata come data di emissione venerdì 6 febbraio, con scadenza il 7 marzo, e il numero del passaporto. Anche qui qualcosa non torna dato che alla voce durata del soggiorno, le lingue usate sono italiano, francese e inglese, ma manca qualsiasi riferimento alla lingua ucraina.

Inoltre la ragazza, che per rendere tutto più veritiero ha sempre utilizzato l’indirizzo di posta elettronica di una clinica dentale dove asserisce di lavorare, chiede l’invio di 410 euro per il costo del biglietto aereo, dato che lei guadagna solamente 300 euro al mese e non ha i soldi per viaggiare.

5 x 1000