Francesco Neri (M5s) brucia il libro di Corrado Augias e lo rivendica su Fb

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 febbraio 2014 11:45 | Ultimo aggiornamento: 3 febbraio 2014 11:48

ROMA – Francesco Neri, esponente del Movimento 5 stelle di Zagarolo, brucia il libro di Corrado Augias e lo rivendica sulla sua pagina Facebook. A Neri non sono piaciute le parole di Augias, giornalista e scrittore, che spiega motivando le sue dichiarazioni come i comportamenti dei parlamentari M5s, che facilmente si lasciano andare ad insulti sterili e a rappresaglie, abbiano dei comportamenti da “inconsapevoli fascisti”. 

Neri scrive sulla sua pagina di Facebook:

“Io ho bruciato il libro di Corrado Augias. Libro comprato direttamente da Corrado Augias a zagarolo, quando venne. Autografato. Augias, persona lucida, concreta, di grande cultura. Io amo i libri, me ne circondo, da sempre. Amo i libri perché sono il simbolo del sapere, in simboli, trasmesso. Provo profonda indignazione invece per la menzogna. E ancor di più quando questa approfitta della conoscenza per essere più incisiva.

Il Sapere mentire meglio. Il Sapere ingannare meglio. Il Sapere raccontare meglio le menzogne che permettono a Lei di mantenere uno stile di vita lontano dalla sanità pubblica italiana, nella sua bella casa di Parigi, Augias.

Menzogne che Le permettono di stare ben lontano dagli affanni di chi ha un piccolo stipendio o di chi lo stipendio non ce l’ha affatto, sig, Augias.

Le menzogne che le permettono di attaccare la Resistenza , e gli unici che la fanno, in questo momento. Lei è fascista ,sig, Augias.

Ha posto il suo sapere e il suo ben parlare al servizio della menzogna, funzionale al mantenimento del suo status economico e sociale. E chi è in difficoltà, chi è disperato, chi non ha lavoro, chi non ha niente, si arrangi. Io, che non rappresento altri che me stesso, con tutti i limiti del caso, non sono d’accordo.

Chi sa, deve lavorare per gli altri. La conoscenza se è finalizzata solo al nostro tornaconto personale è poco, se è finalizzata all’inganno del prossimo è il male assoluto.

In quel camino io ho bruciato l’ipocrisia. Il nostro male più grande”.

La “colpa” di Augias sono le sue dichiarazioni, liberamente espresse durante l’intervista a Le Invasioni Barbariche condotto da Daria Bignardi:

“Ho detto che questi ragazzi sono dei fascisti inconsapevoli: credono di fare cose nuove e non si rendono conto di mimare inconsapevolmente cose che sono già accadute negli anni Trenta”

E commenta così il gesto di bruciare il suo libro da parte di Neri:

“Il problema non è la base, ma il fatto che i vertici del MoVimento, compreso quello che non va mai dal barbiere, non si sono mai dissociati. Senti che mi scrive questo: “Sono uno studente di 23 anni cresciuto in una famiglia calabrese che mi ha insegnato onestà ed esperienza. Sono arrabbiato, ma la rabbia grazie al M5S posso trasformarla in proposta. E’ questo pensiero dittatoriale?”. Questa lettera mi ha commosso, perché significa che la politica non ha fatto il suo mestiere. Per questo il paese si incanaglisce”.

(Foto da Facebook)

Francesco Neri (M5s) brucia il libro di Corrado Augias e lo rivendica su Fb

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other