Grande Brianza, Grande Friuli, Etruria e Savoia: il Risiko delle nuove province

Pubblicato il 25 luglio 2012 9:40 | Ultimo aggiornamento: 25 luglio 2012 9:45

La nuova mappa delle province italiane

ROMA – Saranno “grandi”, lunghe, alte, basse e costiere.  Ci sarà la Grande Brianza e ci sarà il Grande Friuli. Ci sarà la Toscana del Sud e l’Alto Lazio. Poi ci saranno la Costa tirrenica e l’Adriatica.  Erano 100 e saranno di meno. Ma saranno grandi di fatto (visto che l’estensione minima è uno dei criteri di sopravvivenza) e di nome.

Le province italiane, sempre se la proposta del governo tra iter parlamentare, proteste e ricorsi amministrativi, andrà davvero in porto si “consolano” coi nomi. Nomi “importanti” di quelli che servono a darsi un tono. E’ il caso del Grande Friuli che nascerebbe dalla fusione di Udine e Pordenone. Idem in Lombardia dove Monza, nonostante la vicinanza geografica, non verrebbe “risucchiata” da Milano ma si fonderebbe con Como, Lecco e Sondrio per creare la “Grande Brianza”.

In Liguria, invece, se La Spezia appare inevitabilmente destinata a confluire nell’area metropolitana di Genova, dalla fusione tra Savona e Imperia dovrebbe nascere “La lunga”. In Piemonte la fusione tra Cuneo e Asti ha il sapore della Savoia: sempre che si possa fare visto che il leghista Daniele Folgliato protesta perché la scomparsa del nome Asti potrebbe danneggiare il mercato dello spumante.

Al centro Rieti e Viterbo sono destinate a unirsi: se dovessero strappare Civitavecchia a Roma il nome sarebbe inevitabile, e sarebbe Etruria. Sempre nel Lazio c’è Latina ufficialmente a caccia di Comuni da inglobare per evitare di essere risucchiata nel Frusinate.  Infine le province costiere: un maxi aggregato da Pescara a Macerata dovrebbe dare vita alla Adriatica. Sull’altra sponda, in Toscana, la Tirrenica dovrebbe accorpare buona parte delle aree costiere. Ma rimane il problema di tener separate Pisa e Livorno.

La sensazione è quella di un “risiko” appena agli inizi. Forse, almeno sul piano burocratico, sarebbe stato più facile abolirle tutte.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other