Sondaggio Euromedia: Pd primo ma centrodestra in testa. Ncd rischia di sparire

di redazione Blitz
Pubblicato il 21 gennaio 2014 14:41 | Ultimo aggiornamento: 21 gennaio 2014 14:42

ROMA – Il Pd col suo 29,1% resta il primo partito ma il vero beneficiario del successo dell’Italicum, la proposta di riforma elettorale pattuita con Matteo Renzi, è Silvio Berlusconi che, stabile dalla seconda posizione (22%) traina l’alleanza allargata di tutto il centrodestra rimontato in testa al 34%, mezzo punto in più del centrosinistra. Questi i numeri dell’ultimo sondaggio condotto da Euromedia Research di Alessandra Ghisleri.

A pesare nella coalizione guidata da Forza Italia è il flop del Nuovo Centrodestra di Angelino Alfano che, secondo le rilevazioni sarebbe in caduta al 3,8%. Percentuale che, stando al nuovo sistema di voto teorizzato da Renzi-Berlusconi, lo lascerebbe fuori dal Parlamento: lo sbarramento di coalizione è fissato al 5%, che sale a 8% per chi è in corsa da solo.

Tutti gli altri, gravitanti nella stessa area, sono destinati comunque al massacro. La Lega Nord conquista appena il 4,4%, Fratelli d’Italia col suo 2,3% e poi i centristi di Casini (Udc al 2,5%) e i popolari di Mario Mauro. Ultimo posto per Scelta Civica di Mario Monti(1,5%) intenzionata a spostarsi nell’area liberal del Pd di Renzi.

Il Pd guida un’altra corazzata di partitini. Dietro al suo 29,1% si piazza il 3,4% di Sel e il quasi nullo 0,9% di altri gruppi minori. Terzo classificato il Movimento 5 Stelle con il 21,8%.

Sondaggio Euromedia: Pd primo, ma centrodestra in testa. Ncd rischia di sparire

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other