Facebook contro Monti. Gioca a Tassilvania: premier-vampiro preso a pomodorate

Pubblicato il 14 agosto 2012 19:13 | Ultimo aggiornamento: 14 agosto 2012 19:17

Bloody Mario, colpiscilo coi pomodori. Gioco anti-Monti spopola su FacebookROMA – “Monti vuole il tuo sangue, tu colpiscilo con i pomodori”: Facebook crea il gioco anti-premier dove è possibile prendere a pomodorate il professore-vampiro. Tassilvania, parodia della meno terrificante Transilvania, è un paese i cui abitanti devono fronteggiare un’improvvisa epidemia emorragica: milioni di persone che devono salvarsi dalla morte per dissanguamento da tasse. La metafora, tutta virtuale, è divenuta uno dei giochi più cliccati di Facebook, tramutandosi in una clamorosa gaffe nei confronti del premier italiano, Mario Monti.

Sì perché il nome esatto del gioco politicamente scorretto è “Bloody Mario, colpiscilo coi pomodori”: il presidente del Consiglio è il protagonista del tiro al bersaglio virtuale. Circa 500 utenti Facebook si divertono a prendere a pomodorate il suo faccione pallido, con tanto di occhiaie nere, canini aguzzi e rivoli di sangue che scorrono ai lati della bocca.

Lo slogan, accogliente, dice: “Benvenuti in Tassilvania”. Poi una scritta a caratteri cubitali esplicita la mission del gioco: “Monti vuole il tuo sangue, tu colpiscilo con i pomodori. E poi scarica la divertente cover per la timeline personalizzata col tuo nome”. Anche la grafica è piuttosto semplice: il premier-vampiro appare e scompare dietro la recinzione di una casa abbandonata, al suono della musica di Profondo Rosso. Se riuscite a colpirlo prima che scompaia guadagnate un punto.

Ad ogni modo, Monti non è il solo vampiro da prendere a pomodori in faccia, nel gioco compare anche un pipistrello svolazzante con le fattezze del ministro Elsa Fornero, anche in questo caso si guadagna un punto per ogni pomodoro centrato. Al termine della sessione di tiro al bersaglio è possibile invitare i propri amici a partecipare, pper partecipare al grande gioco collettivo della caccia al vampiro-tecnico. Non vorrai essere il solo a versare il sangue”, recita suadente lo slogan del giochino. Si vinca o si perda, ad ogni utente è consentito scaricare una cover in cui figurano Monti-Dracula, Fornero-pipistrello e la propria immagine, incorniciata in una bottiglia con cannuccia. Sull’etichetta: “Sangue di….”

Segno che gli italiani prendono la crisi con “ironia”? Chissà, ma i toni macabri da film horror non sono incoraggianti e soprattutto vien da chiedersi: che fine ha fatto il codice di condotta imposto a tutti gli utenti del sito in blu? E non è tutto: il giochino anti-Monti è persino sponsorizzato. Scrive Repubblica che in una delle versioni visualizzate “campeggiava la promozione della nuova Fiat Cinquecento L.”