Donna al volante pericolo costante? Ricerca: “Con uomini alla guida, rischio è doppio”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Aprile 2020 16:19 | Ultimo aggiornamento: 7 Aprile 2020 16:19
Donna al volante pericolo costante? Ricerca: "Con uomini alla guida, rischio è doppio"

Donna al volante pericolo costante? Ricerca: “Con uomini alla guida, rischio è doppio” (foto ANSA)

ROMA – Altro che ‘donna al volante‘, sono i maschi il pericolo principale sulle strade. Lo ha dimostrato uno studio pubblicato dalla rivista Injury Prevention, secondo cui se un maggior numero di donne facesse lavori ora considerati tipicamente ‘maschili’, come l’autista, ci sarebbero meno incidenti.

I ricercatori hanno usato i dati relativi agli incidenti stradali in Inghilterra tra il 2005 e il 2015 guardando a sei diverse categorie di veicoli, biciclette, auto, furgoni, bus, camion e moto, calcolando il rischio per chilometro percorso di provocare un incidente che coinvolga gli altri utenti della strada.

In cinque delle sei categorie, hanno concluso, gli uomini sono molto più pericolosi. Per auto e furgoni il rischio di provocare un incidente è doppio per i guidatori maschi, per i camion quadruplo e i motociclisti maschi sono dieci volte più pericolosi delle femmine.

“Suggeriamo che i decisori politici considerino strategie per aumentare la parità di genere nelle occupazioni che coinvolgono la guida, dato il maggior rischio di incidenti che coinvolgano altri utilizzatori se guidano gli uomini”. 

La sicurezza delle donne al volante

In una ricerca di qualche mese, la “ECU testing”, il 41% degli uomini ha ammesso di essere stato nel torto in un incidente vs il solo 16% delle donne.

Eppure intrecciando le risposte della ricerca, poi si scopre che gli uomini si sentono più sicuri nelle varie condizioni di guida: se l’87% degli uomini si sentirebbe sicuro a guidare in condizioni meteo estreme, la percentuale scende al 71% per il gentil sesso. Per quanto riguarda invece il guidare all’estero i maschietti si sentono sicuri per il 77% mentre soltanto una donna su due si cimenterebbe nell’impresa.

“Secondo la nostra ricerca – spiegano a ECU testing – alla domanda su quale dei due sessi guidi meglio, solo il 3% degli italiani pensa che le donne siano guidatrici migliori degli uomini. Giusto o meno, questi sono i risultati. Sembra invece che si abbia più fiducia nelle capacità di guida degli adulti piuttosto che dei ragazzi: il 44% degli italiani pensa che il gruppo dai 30 ai 50 anni guidi meglio dei più giovani di 30 anni”.

(fonte ANSA)