Formula 1, Lewis Hamilton ha vinto il GP del Portogallo. Due Mercedes sul podio, solo una Ferrari andata a punti

di Enrico Pirondini
Pubblicato il 2 Maggio 2021 - 19:15 OLTRE 6 MESI FA
 Formula 1, Lewis Hamilton ha vinto il GP del Portogallo. Due Mercedes sul podio, solo una Ferrari andata a punti

 Formula 1, Lewis Hamilton ha vinto il GP del Portogallo. Due Mercedes sul podio, solo una Ferrari andata a punti

 Formula 1, Lewis Hamilton, con forza e qualità, ha vinto il GP del Portogallo . Gara perfetta. Sontuosa. Il duelllo con Verstappen non è mai stato in discussione. Ha vinto re Hamilton, il giovane sfidante deve accontentarsi del secondo posto. Per ora. Terzo Bottas, partito in pole.

Morale: due Mercedes sul podio.  Tra loro il combattivo olandese.  Quarto Perez su Red Bull,quinto Norris., sesto Leclerc Si è rivisto il miglior Alonso. In crescita Norris, protagonista di un sorpasso …impossibile. Solo una Ferrari è andata a punti con Leclerc. Fuori  Sainz, undicesimo.

Un passo indietro rispetto a quel che si è visto a Imola. Il caldo non ha aiutato. Le McLaren hanno preceduto le Rosse. In evidenza le due Alpine di Ocon e Alonso. Quindi la McLaren di Ricciardo  e l’Alpha Tauri di Gasly.

Hamilton incassa la vittoria numero 97 della carriera. Dopo il Bahrain coglie lil secondo, limpido successo. Appena tagliato il traguardo  ha detto : “ È stata una gara difficile a livello fisico e mentale”. Aggiunge il boss della Mercedes, Totò Wolf : “ Con la Red Bull sarà una lotta che durerà per tutta la stagione “.

Il tracciato  di Portimao è disegnato con curvoni veloci che premiano il carico aerodinamico generale. Hamilton ne ha approfittato da par suo. E il giovane Schumacher ha girato senza errori. Buon segno.

Ma c’è pure una alternanza interessante di curve lente e ripartenza dove serve tanta trazione. Inaugurato nel 2008, il tracciato presenta caratteristiche simili all’autodromo di Imola, lungo 4.653 metri e 15 curve. Assomiglia pure alla pista spagnola di Montmelo’ – ma a molti  sembra addirittura identico – altrimenti noto come il circuito dì Barcellona o di Catalogna; in 65 giri di gara le vetture coprono una distanza complessiva di 307 chilometri.

Due settimane fa ha ospitato la gara di MotoGP che ha visto il ritorno di Marquez dopo nove mesi e la vittoria perentoria di Fabio Quartararo.

Ma  nel percorso anche la rimonta feroce di Bagnaia che, partito in quarta fila per “ colpa “ delle bandiere gialle, è arrivato alle spalle del Diablo francese contenendo l’attacco di Mir ( terzo ) . E questo circuito ha portato fortuna anche a Morbidelli, buon quarto, confermando la felice traduzione che la Yamaha ha su questo magico tracciato.

La Formula Uno corrrera’ il quarto gran premio  domenica 9 maggio a Barcellona. Poi Montecarlo il 23 maggio. La Red Bull vuole rifarsi.