La Formula Uno riparte dal Bahrain: duello a tre Red Bull, Ferrari e Mercedes

di Enrico Pirondini
Pubblicato il 2 Marzo 2023 - 11:49 OLTRE 6 MESI FA
formula uno bahrain

Foto Ansa

Parte dal Bahrain il Circus della Formula Uno. Due giorni di prove libere (venerdì 3, sabato 4) e poi – domenica 5, ore 16 – il primo GP della stagione 2023 sulla pista di Sakhir; 57 giri per un totale di 308,238 km. È la prima di 23 gare. Un campionato duro e lungo che si concluderà il 26 novembre ad Abu Dhabi. È la stagione più intensa nella storia della F1. Due gli appuntamenti in Italia: Imola (21 maggio), Monza (3 settembre). Il Campionato cresce di qualità competitiva e numero di spettatori.

Boom di audience e ai botteghini

E’ l’effetto Ferrari. Il Cavallino ha trainato ascolti Tv e presenze nei circuiti. In due anni, dal campionato 2022,  l’incremento è stato del 30%. Rispetto al 2018 i biglietti venduti sono aumentati addirittura del 54%. E davanti alla Tv? Il report Sky riferisce un dato significativo: oltre 23 milioni di spettatori nell’ultimo campionato. È il record (di una sola gara) si è registrato in Arabia  dopo la doppietta Rossa in Bahrain: 2 milioni su Sky e 4,5 milioni per la differita sul digitale terrestre. Subito dopo un altro dato emblematico registrato al GP di Monaco: 1,7 milioni. Cioè 500 mila in più rispetto all’ultimo gran premio monegasco. Certo, merito del concittadino Leclerc che scattava dalla pole. D’una la Ferrari è ancora l’elemento dirimente dello show. Il GP più elettrizzante e controverso della storia recente – il GP Abu Dhabi 2021 con il duello Verstappen/Hamilton – aveva raccolto 1,5 milioni su Sky.

Duello a tre: Red Bull, Ferrari e Mercedes

Il campionato 2023 si preannuncia esaltante con le tre scuderie più quotate e competitive. La Red Bull vuole fare subito il vuoto con la super competitiva RB19 che consente a Max di volare sul passo; e Perez è velocissimo con le morbide. In più il fondo della RB19 garantisce ancora più carico ed equilibrio. La Ferrari è in netta crescita, l’unico dubbio è sul degrado delle gomme. Ora i problemi si concentrano sulla gestione delle gomme, l’efficacia delle mescole più morbide dura ancora poco. Quanto alla Mercedes in effetti sembra non avere evidenti difetti. L’esperienza e la capacità di cambiare le cose in corse come si è visto nel 2022 è una garanzia di reattività; e poi i piloti ( Hamilton e Russell) contendono ai ferraristi (Leclerc e Carlos Sainz) il primato di coppia migliore.

Dove vedere la Formula Uno in Bahrain in tv

Il GP sarà trasmesso in diretta integrale su Sky Sport F1 e in Streaming su NOW (domenica 5, ore 16) . Sul digitale terrestre e in chiaro, differita su TV8 della gara alle 21.30