Valentino Rossi: “Ho paura a stare in pista con Marquez”. Lo spagnolo: “Era solo un sorpasso”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 aprile 2018 9:10 | Ultimo aggiornamento: 9 aprile 2018 9:10
valentino rossi marquez

Valentino Rossi intervistato a fine gara

ROMA – Valentino Rossi dopo l’incidente in Argentina usa parole durissime per definire il comportamento di Marc Marquez e ammette di avere paura a stare in pista con lo spagnolo.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela qui

Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android. Scaricatela qui

“Non mi sono fatto niente e questa è una cosa fortunata ma poteva essere una situazione molto pericolosa – ha continuato il Dottore -. La race direction deve fare qualcosa, ha una grande responsabilità perché Marquez non ha alcun rispetto degli avversari. Ti punta la gamba in pieno, sa che lui non cade e spera che cadi te. Marquez è recidivo, corre così con tutti, sempre. Già in Qatar alla prima curva ha preso la gamba di Zarco e poi quella di Dovizioso”.

La caduta in Argentina rappresenta un punto di non ritorno, Marquez per Valentino Rossi è un pilota scorretto e disonesto. Uno che non rispetta alcun avversario e che dovrebbe essere punito in maniera severa dalla Race Direction della Dorna.

“Io ho paura di stare in pista con Marquez. Non mi sento tutelato dalla Race Direction, lui lo fa apposta. E’ entrato nella curva a 20 km di velocità in più a oltre 200 all’ora. Marc alza il livello della competizione a dismisura, con me poi ci mette anche il carico, in fondo nel 2015 mi ha fatto perdere il mondiale. A Mike Webb della Race direction ho detto che hanno una responsabilità importante quella di riuscire a non farlo comportare più così, perché altrimenti nelle prossime 5 gare finisce che si gareggia in 5. Non può succedere che uno va a sbattere con 6 piloti in una gara. Mi aspetto che prendano provvedimenti”.

Rossi poi spiega il motivo per cui non ha accettato le scuse a fine gara.

“Lui ti viene a chiedere scusa con Puig e Alzamora ma non è sincero. Le scuse possono capitare una volta, se però ti scusi sempre e non cambi mai allora significa che mi prendi per il c**o. Io spero che non mi guardi più nella faccia e stia lontano da me.”

Non si è fatta attendere la replica di Marc Marquez.

“La pista era complicata e quando ho provato a passare Valentino c’era molta acqua. È successo quello che è successo, ci siamo toccati e provando a curvare, quando è arrivato sull’erba è caduto. Sono andato a chiedere scusa ai box, non le ha accettate e lo rispetto. È stata una gara piena di contrattempi. Le dichiarazioni di Rossi? Non mi preoccupano. Per me è stato più un errore quello con Espargaro di quello con Valentino. Non ho fatto nulla di volontario, non ho mai cercato di mandare a terra nessuno. Volevo solo sorpassarlo. Lo rispetto, non dico niente. Ma anche lui ha avuto 25 anni.”

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other