Gianni Morandi: “Volevamo anche i Subsonica e i Pooh a Sanremo”

Pubblicato il 21 Dicembre 2010 15:36 | Ultimo aggiornamento: 21 Dicembre 2010 16:10

Gianni Morandi

Gianni Morandi avrebbe voluto avere anche i Subsonica e i Pooh sul palco dell’Ariston, e per questo si era già pronti a portare a 16 il numero dei Big in gara: a rivelarlo è lo stesso ‘capitano’ del prossimo festival di Sanremo durante una videochat sul sito del Tg1 insieme al direttore artistico Gianmarco Mazzi, condotta da Vincenzo Mollica.

E ha svelato che quest’anno sul palco ci saranno due scale, una per Belen, l’altra per Elisabetta Canalis. ”Avremmo voluto portare i Subsonica – ha detto Morandi – Avevano un brano intitolato L’istrice, che ci piaceva molto. Ma non abbiamo avuto fortuna con i tempi, stanno lavorando al nuovo disco”. L’altro gruppo, ha aggiunto, è quello dei Pooh. ”Ci sarebbe piaciuto portarli, ma erano appena usciti con il loro progetto. Pensando a questi due gruppi eravamo gia’ pronti a portare a 16 il numero degli artisti”. Morandi ha tra l’altro raccontato che per scegliere i 14 Big dell’edizione 2011 ”abbiamo lavorato fino alle cinque del mattino. E’ stato difficile”.

In particolare, ha spiegato come si è arrivati al sì di Roberto Vecchioni: ”Era stato a Sanremo solo una volta, nel 1973. Si e’ convinto perche’ aveva la canzone giusta (Chiamami ancora amore,ndr), con un forte testo impegnato ma anche una grande melodia, da palco sanremese”. Dopo aver citato anche Franco Battiato, al suo debutto a Sanremo (con Luca Madonia nel brano L’alieno) e Davide Van de Sfroos, Morandi ha concluso: ”Sono tre mesi che ci diamo da fare. Molti artisti per esserci hanno rimandato l’uscita dei loro dischi, come ad esempio Max Pezzali”.

Rispondendo alle tante domande degli internauti, Morandi ha tra l’altro parlato della canzone di Tricarico (3 colori): ”Non ce l’aspettavamo – ha confessato -. E’ un brano scritto dagli Avion Travel e parla di un padre che racconta al figlio la bandiera italiana. Un brano significativo in questo festival che celebra i 150 anni dell’Unità d’Italia”. E a chi chiedeva informazioni sulla canzone di Anna Tatangelo, Bastardo, Mazzi ha risposto: ”E’ lei l’autrice del pezzo”. E Morandi, scherzando: ”Non vorrei che fosse dedicato a…”, forse intendendo il compagno della cantante Gigi D’Alessio. ”Non credo proprio”, ha commentato Mazzi.