Cottone su Valeria Marini: “Matrimonio consumato, eccome! E c’è un altro uomo”

di redazione Blitz
Pubblicato il 7 maggio 2014 12:48 | Ultimo aggiornamento: 7 maggio 2014 12:48
Cottone su Valeria Marini: "Matrimonio consumato, eccome! E c'è un altro uomo"

Giovanni Cottone e Valeria Marini sul red carper del Roma Film Fest (LaPresse)

ROMA – Il matrimonio con Valeria Marini “è stato consumato, eccome!“. E “c’è pure un altro uomo”. Così l’imprenditore Giovanni Cottone replica a quanto pubblicamente affermato dalla soubrette sarda, secondo la quale il loro matrimonio andrebbe “annullato” perché bianco.

Cottone, raggiunto dal Corriere della Sera, afferma di sentirsi “offeso e diffamato”, da buon “uomo del Sud“, come lui stesso si definisce:

“Il nostro matrimonio è stato consumato, abbiamo numerosi testimoni, prima e dopo, nel senso che Valeria ha sempre vantato le mie doti amatorie di marito davanti agli amici”.

Tanto che lui già medita vendetta in Tribunale:

“Mi riservo di ricorrere alle vie legali. Per adesso mi basterebbero le pubbliche scuse. Poi, qualora non trovassimo un accordo per la consensuale, con il mio avvocato deciderò cosa fare”.

Resta da capire il perché di certe affermazioni da parte di sua moglie:

“Immagino lo abbia detto per ottenere l’annullamento dalla Sacra Rota e per fare in futuro un altro show come il primo, parlo del nostro matrimonio: mica penserà che volessi pure io quella roba all’americana?”.

Il matrimonio evento, con tanto di bestemmia in diretta che costò il posto a Daniele Toaff, si è celebrato lo scorso 5 maggio in Vaticano a Roma. Nemmeno un anno di felice sposalizio e la coppia Cottone-Marini si separa già. Ma secondo l’imprenditore di mezzo ci sarebbe un altro uomo:

“Ripercorrendo a ritroso il nostro matrimonio ho buoni motivi per pensarlo. E comunque, per inciso, sulle questioni economiche sono creditore e non debitore, pur riconoscendo che Valeria mi ha aiutato”.