Francesco Totti e Ilary Blasi, come è nata la risposta al settimanale Gente

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Agosto 2020 9:47 | Ultimo aggiornamento: 26 Agosto 2020 9:47
Francesco Totti e Ilary Blasi, come è nata la risposta al settimanale Gente

Francesco Totti e Ilary Blasi, come è nata la risposta al settimanale Gente

Francesco Totti e Ilary Blasi in un primo momento non volevano rispondere al settimanale Gente che in copertina aveva pubblicato la foto del lato B della figlia 13enne.

Francesco Totti e Ilary Blasi hanno quindi riflettuto a lungo sulla possibilità di replicare o meno al settimanale. Qualche giorno fa ha pubblicato una foto in costume (di spalle) della loro Chanel, 13 anni compiuti da poco, sottolineandone le forme simili a quelle della madre. 

I due quindi hanno pensato che far finta di niente, senza dire una parola, sarebbe passato come un via libera. Un assenso per altre foto future. E quindi hanno deciso di rispondere.

“Ringrazio il direttore Monica Mosca – le parole su Instagram di Totti e di sua moglie in un “comunicato congiunto” – per la sensibilità dimostrata mettendo in copertina il lato b di mia figlia minorenne senza curarsi del problema sempre più evidente della sessualizzazione e mercificazione del corpo delle adolescenti”.

Tantissime le risposte da parte dei tifosi, quasi tutti in difesa della famiglia Totti, per cui le paparazzate non sono mai state un problema.

La direttrice Monica Mosca si scusa

Alla fine sono arrivate le scuse di Monica Mosca, direttrice del settimanale Gente, che nei giorni scorsi ha messo in copertina la figlia di Francesco Totti e Ilary Blasi, Chanel Totti, 13 anni. 

“Sono molto dispiaciuta e amareggiata per le reazioni generate dalla pubblicazione sulla copertina di Gente numero 34 della foto di Francesco Totti e della figlia Chanel, scattate in spiaggia”, ha detto all’Ansa Mosca.

“Come direttore ho sempre inteso valorizzare le donne e più in generale sostenere i valori della famiglia. Era l’intento anche di questa pubblicazione, in cui si è voluto semplicemente ritrarre la famiglia Totti in un momento di normalità. In alcun modo, ovviamente, abbiamo mai inteso uscire da questo obiettivo”, la tesi di Mosca. 

Anche se i toni dell’articolo riferiti alla ragazzina di 13 anni erano i seguenti: “Chanel diventerà più bella di mamma Ilary. Alta, bionda, atletica, occhi di ghiaccio, labbra carnose: le secondogenita del leggendario numero 10 giallorosso è già un incanto e fa concorrenza all’ex letterina. Le due sembrano gemelle. A vederla in costume, non c’è dubbio: è già una piccola donna. Ama la ginnastica e le immersioni e il fisico ringrazia”.