Vittorio Sgarbi: “Alessia Morani la porterei nel bagno della Camera e…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 dicembre 2018 14:00 | Ultimo aggiornamento: 13 dicembre 2018 14:00
Vittorio Sgarbi morani

Vittorio Sgarbi: “Alessia Morani la porterei nel bagno della Camera e…”

ROMA – Vittorio Sgarbi racconta i posti dove si può fare indisturbatamente l’amore alla Camera dei Deputati dopo la vicenda che avrebbe coinvolto due parlamentari, una grillina e uno leghista, “beccati” nei bagni.

“Al terzo piano – dice Sgarbi a La Zanzara – nei bagni si può andare sempre, è sublime. Il piano quinto dove c’era l’attico della Pivetti è pieno di anfratti che arrivano fino alla terrazza”.

Poi i conduttori gli chiedono chi “porterebbe” oggi in bagno: “Sicuramente Maria Elena Boschi. Ma non credo lo farebbe in un cesso di Montecitorio. Poi con Alessia Morani, quella che ha scoperto i due. Lei è molto graziosa, sì”. 

Vittorio Sgarbi: “Spendo 7mila euro al mese solo per l’affitto”

Vittorio Sgarbi accetta di farsi fare i conti in tasca dal settimanale Panorama. Il critico d’arte svela le cifre del suo stile di vita. Quanto si spende al mese in casa Sgarbi? “A occhio e croce? Poco più di 30 mila euro. Assistenti, dipendenti della Fondazione… Settemila euro solo di affitto”.

I soldi della pensione, come spiega il critico dell’arte e sindaco di Sutri, li metterà “nella Fondazione, che dà lavoro a sei dipendenti nel campo delle Belle arti”.

Ma Vittorio Sgarbi si sente tutt’altro che pronto a mollare tutto. Anzi. Assicura che continuerà ad avere la vita frenetica che lo contraddistingue “finché non muoio. Ma guarda che è giusto per chiunque faccia attività intellettuali. Chi fa lavori usuranti, invece, deve potersi liberare”, spiega. Accompagnato dalla sua fida inseparabile collaboratrice, la ventenne torinese Paola Camarco. 

Vittorio Sgarbi andrà in pensione con la legge Fornero da funzionario dei Beni culturali con 51 anni di contributi, a 66 anni. “Vado in pensione con la legge Fornero, ovvero le regole più severe per limite anagrafico”, racconta. Ma si sentirà mai un pensionato, Sgarbi? “Sei vecchio non se accetti un trattamento previdenziale, ma solo se accetti la vecchiaia”, chiude.