Jonah Falcon, l’uomo col pene più lungo del mondo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Settembre 2015 11:40 | Ultimo aggiornamento: 21 Settembre 2015 11:40
Jonah Falcon

Jonah Falcon

ROMA – “A volte esco di casa con i pantaloni attillati per scioccare le persone. L’ultima volta è stato due settimane fa: sono uscito con un paio di leggins con stampata sopra la bandiera inglese” racconta, intervistato da salon.com, Jonah Falcon, noto per essere l’uomo con il pene più lungo al mondo: lungo 22,8 centimetri in condizioni normali e 34 in erezione. Questa l’intervista completa (traduzione Dagospia).

Quando ha scoperto che il tuo pene era più lungo della media?
La prima volta che lo misurai, avevo 10 anni.

Perché avevi deciso di misurarlo?
Per curiosità.

Come hai scoperto che il tuo pene era più grande di quello degli altri?
Stavo leggendo un libro per ragazzi che parlava della lunghezza del pene e allora decisi di confrontarmi, ma all’epoca non mi interessai molto alla questione.

Hai mai messo a confronto il tuo pene con quello degli altri ragazzi?
Io mai, ma si vedeva che gli altri notavano il mio.

Succedeva negli spogliatoi della scuola?
Generalmente si.

E qual’era la reazione dei tuoi compagni?
Mi accorgevo del loro stupore dalle loro facce quando guardavano tra le mie gambe, ma all’epoca nessuno me ne parlò apertamente apertamente. È stato solo più tardi che i miei amici mi dissero tutto il pettegolezzo che girava a scuola sul mio conto.

Su un numero di Rolling Stone avevo letto che, una volta, tutti si fermarono a guardarti increduli nello spogliatoio della scuola…
Si, ma io pensavo che mi guardassero perché non ero circonciso. Solo dopo ho capito che era per le mie dimensioni.

Hai promesso il tuo pene al “museo fallologico islandese” dopo la tua morte. Perché?
Mi ha convinto a farlo il mio amico giornalista Buck Wolf. È stata una sua idea e io ho deciso di assecondarlo.

Come ha reagito la tua famiglia alla notorietà del tuo pene?
Direi negativamente, ma non mi va di parlarne.

E i tuoi amici?
Cerco di non parlarne ma loro tirano sempre fuori l’argomento. Comunque va tutto bene.

A volte esci di casa con i pantaloni attillati…
Si, lo faccio per scioccare le persone. L’ultima volta è stato due settimane fa: sono uscito con un paio di leggins con stampata sopra la bandiera inglese!

Com’è la tua vita sentimentale?
Faccio sesso solo saltuariamente e, al momento ho altre, preoccupazioni. L’ho fatto tante volte in vita mia che ora non ne sento più il bisogno come altri uomini.

Stai uscendo con qualcuna?
No, sono troppo impegnato con il lavoro. Il sesso non è una priorità per me. Se ne ho voglia lo faccio, punto.

Quando eri giovane come reagivano le tue partner?
Erano confuse, strabiliate e a volte arrabbiate. Tante di loro lo afferravano con entrambe le mani e si mettevano a guardarlo e ad esplorarlo, io lo adoravo.

Ti sei mai sentito strumentalizzato?
No, le sole persone che hanno cercato di usarmi erano quelle del mondo dello spettacolo. Quando invece uscivo con una ragazza mi sentivo bene: se volevo fare sesso lo facevo, senza essere costretto da nessuno.

Come hai perso la verginità? Quanti anni avevi?
Non mi rendevo conto di quello che stesse succedendo, lasciavo che fosse lei a fare tutto. Avevo dieci anni, lei era poco più grande di me.

Avevo letto che riuscivi a fare sesso orale da solo…
Sì, lo facevo da quando avevo 10 anni fino a circa 18. Poi mi iniziò a fare male la schiena e smisi.

È difficile per te raggiungere una piena erezione?
Un po’, è una questione psicologica da affrontare fase per fase. Ci vuole un sacco di pazienza.

Come ti identifichi sessualmente?
Dal momento che ho ricevuto moltissime attenzioni da entrambi i sessi, posso dire che non sono molto propenso ad avere un uomo come compagno. Se poi penso a una relazione a lungo termine non vorrei né un uomo né una donna…mi sento un po’ asessuato sotto questo aspetto. Preferisco uscire e divertirmi con gli amici.

Hai mai fatto sesso in cambio di soldi?
Si, quando avevo 19 e 20 anni. Non facevo l’escort di professione ma a volte ricevevo delle offerte che non potevo rifiutare.

Hai mai recitato in un film porno? Avrai avuto un sacco di offerte…
No, penso che se l’avessi fatto ora sarei morto. Tra gli attori porno c’è un tasso di suicidi altissimo, sono tutti molto depressi, in più non riuscirei a fare sesso di fronte al pubblico.

Hai mai desiderato avere un pene più piccolo?
No, sono contento così.