Maltempo Roma: cassonetti come “dighe” a San Giovanni, i cittadini sturano i tombini all’Eur

Pubblicato il 20 ottobre 2011 11:39 | Ultimo aggiornamento: 20 ottobre 2011 11:40

ROMA – Cassonetti dell’immondizia a sbarrare le vie. A spingere qualcuno a rovesciare i cassonetti all’ingresso di via di San Giovanni in Laterano a Roma, sono state le forti piogge che hanno paralizzato la città. Per impedire all’acqua di invadere ancor più la stretta via che collega il Colosseo alla basilica di San Giovanni, i residenti e i commercianti hanno utilizzato i cassonetti per la raccolta dell’immondizia come dighe.

La strada, d’altra parte, è un’isola pedonale e l’iniziativa non ha avuto ripercussioni sul traffico. I ristoratori sono ora impegnati a liberare i locali dall’acqua piovana. Impossibile camminare sui marciapiedi e, men che meno, al centro della strada.

Se questa è la situazione nei pressi di San Giovanni, la piazza dove sono scoppiati gli scontri di sabato 15 ottobre, le immagini che seguono testimoniano la situazione nella zona dell’Eur, nel quartiere Torrino-Decima. Qui le strade sono completamente allagate, le auto bloccate con i cittadini impegnati a sturare i tombini:

(Foto Blitz Quotidiano)