Pompei, cliente e prostituta fanno sesso davanti ai turisti degli scavi. Straniero li denuncia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 settembre 2014 0:42 | Ultimo aggiornamento: 12 settembre 2014 0:42
Pompei, cliente e prostituta fanno sesso davanti ai turisti degli scavi. Straniero li denuncia

Pompei, cliente e prostituta fanno sesso davanti ai turisti degli scavi. Straniero li denuncia

POMPEI (NAPOLI) – Un cliente e una prostituta fanno sesso in auto davanti ai turisti degli scavi di Pompei. La prostituta di etnia rom pluripregiudicata e molto conosciuta in zona perché già beccata altre volte è stata denunciata e multata. Stessa sorte per il cliente, un 34enne di Angri imprenditore nel campo dell’elettronica. Il rapporto è stato consumato durante la pausa pranzo dell’uomo.

Racconta l’accaduto un articolo del Mattino:

“I due sono stati sorpresi dagli agenti della polizia municipale (…) mentre erano intenti a fare sesso in auto e davanti agli sguardi increduli dei turisti. Per entrambi è scattata la denuncia a piede libero per atti osceni in luogo pubblico e una multa di 500 euro. La prostituta dovrà rispondere anche dell’accusa di violazione del foglio di via da Pompei. All’uomo, però, è andata ancora peggio, considerando che è dovuto ritornare a casa in autobus. I vigili urbani, infatti, all’imprenditore hanno sequestrato l’automobile, così come previsto dalla normativa comunale anti-prostituzione del febbraio 2009. I caschi bianchi sono stati allertati da una telefonata anonima, giunta al comando municipale, fatta da un uomo dall’accento straniero. Giunti sul luogo della segnalazione, gli uomini del comandante Petrocelli, hanno constatato i fatti denunciati dalla voce anonima, probabilmente appartenente ad uno dei tanti turisti che hanno assistito alla scena indecorosa”.