Stuprò quattordicenne, ma lei “non era vergine”. Pena ridotta…da una giudice

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Maggio 2014 17:05 | Ultimo aggiornamento: 6 Maggio 2014 17:06
Stuprò quattordicenne, ma lei "non era vergine". Pena ridotta...da una giudice

Stuprò quattordicenne, ma lei “non era vergine”. Pena ridotta…da una giudice (foto da video)

DALLAS – Aveva violentato una quattordicenne, ma le pena gli è stata ridotta perché “la vittima non era vergine“. E il giudice che ha decretato questo è una donna.

Sorprendente sentenza in Texas, dove Sir Young, 21 anni, è stato condannato a 25 giorni di carcere e 5 di libertà vigilata. Tre anni fa, quando aveva 18 anni, aveva violentato una ragazza di 14.

Lo stupro era avvenuto nell’aula di musica della scuola che entrambi frequentavano. La pena comminata è di 45 giorni di carcere e 5 anni di libertà vigilata.  Il giovane Young, tra l’altro, aveva anche confessato di aver commesso quel gesto.

La giudice, Jeanine Howard, ha motivato così la sentenza:

la ragazza “non ha subìto una violenza vera e propria perché non era vergine al momento dello stupro e, precedentemente, ha avuto almeno 3 partner sessuali”.