Ucraina, i russi si ritirano dall’Isola dei Serpenti sul Mar Nero: per risolvere la crisi del grano, dice Mosca

I russi annunciano il ritiro delle truppe dall'Isola dei Serpenti: ""per non ostacolare gli sforzi dell'Onu per liberare le esportazioni alimentari ucraine"

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Giugno 2022 - 13:41
ucraina isola dei serpenti

L’Isola dei serpenti sul Mar Nero (Ansa)

Ucraina, i russi si ritirano dall’Isola dei Serpenti nel Mar Nero. Le forze armate russe hanno annunciato di voler ritirare le truppe dall’Isola dei Serpenti. “Per non ostacolare gli sforzi dell’Onu per liberare le esportazioni alimentari ucraine”.

Ucraina, i russi si ritirano dall’Isola dei Serpenti nel Mar Nero

Lo riferisce la Tass. Tuttavia, a Kiev non sarà consentito di usare l’isola come base per le sue esportazioni.

L’occupazione dell’isola, sostengono gli analisti, era da considerarsi strategica perché utilizzabile come base per per un attacco anfibio (di mare e terra) contro Odessa.

“Il 30 giugno, in segno di buona volontà, le forze armate russe hanno completato i loro compiti sull’Isola dei Serpenti. E hanno ritirato una guarnigione di stanza lì”, ha affermato il ministero della Difesa in una nota.

“La decisione delle Forze armate russe di ritirare le truppe dall’isola dei Serpenti non permetterà a Kiev di sfruttare a suo favore la questione dell’esportazione del grano”. Lo afferma, secondo la Tass, un alto ufficiale dell’esercito russo.

Kiev saluta “la liberazione di un territorio strategico”

L’esercito ucraino ha salutato “la liberazione di un territorio strategico”, dopo l’annuncio in mattinata da parte di Mosca del ritiro dall’Isola dei Serpenti nel Mar Nero. Occupata fin dai primi giorni dell’invasione russa in Ucraina.

“Ringrazio i difensori della regione di Odessa che hanno fatto tutto il possibile per liberare un territorio strategicamente importante”, ha detto su Telegram il comandante in capo delle forze armate ucraine, Valeriy Zalouzhniy.