Berlusconi rassicura il Vaticano e scrive a Bertone: “Italia generosa sugli immigrati”

Pubblicato il 22 Aprile 2011 15:31 | Ultimo aggiornamento: 22 Aprile 2011 15:33

ROMA – Per Pasqua il premier Silvio Berluscon scrive al Segretario di Stato vaticano, Cardinale Tarciso Bertone e rassicura sul fronte immigrazione.

“La Santa Pasqua vede l’Italia impegnata nell’assistenza alle migliaia di persone in fuga dai Paesi del nord Africa. In ossequio al rispetto della dignità e del valore della persona umana sancito – come ha affermato il Santo Padre – dai Popoli della terra nella Carta dell’Organizzazione delle Nazioni Unite, si sta adoperando al meglio per rispondere con generosità a tanta sofferenza”.

“In occasione della Santa Pasqua La prego di rivolgere a Sua Santità Benedetto XVI gli auguri più  fervidi del Governo italiano e miei personali”. E’ l’incipit del messaggio di auguri che, riferisce una nota di Palazzo Chigi, il presidente del Consiglio ”in occasione della Santa Pasqua, ha inviato al Segretario di Stato di Sua Santità, Cardinale Tarciso Bertone” ”La Santa Pasqua vede l’Italia impegnata nell’assistenza alle migliaia di persone in fuga dai Paesi del nord Africa. In ossequio al rispetto della dignità   e del valore della persona umana sancito – come ha affermato il Santo Padre – dai Popoli della terra nella Carta dell’Organizzazione delle Nazioni Unite, si sta adoperando al meglio per rispondere con generosità a tanta sofferenza. Quest’anno l’Italia festeggia i 150 anni della sua Unità  ed è con somma riconoscenza che rivolgo il mio ringraziamento alla Chiesa per la partecipazione alle cerimonie celebrative: ciò attesta lo spirito di collaborazione reciproca, come ha esplicitamente riconosciuto il Pontefice, quando ha affermato che ‘lo Stato italiano ha offerto e continua ad offrire una collaborazione preziosa, di cui la Santa Sede fruisce e di cui è consapevolmente grata”’.

”La cerimonia di Beatificazione di Giovanni Paolo II, che si terrà  in San Pietro il prossimo 1° maggio, vede il Governo italiano impegnato con le sue strutture per garantire la tranquilla e serena partecipazione alla cerimonia religiosa della moltitudine di pellegrini che interverranno. La sollecitudine ed il legame del Sommo Pontefice con l’Italia sono testimoniati dai viaggi apostolici che prossimamente effettuerà nelle diverse parti del Paese: Aquileia e Venezia, Ancona, Lamezia Terme e Serra San Bruno. Invio a Lei – conclude Berlusconi -, Eminenza Reverendissima, i più devoti auguri per i Suoi alti impegni”.