Bruno Vespa: “Tra Matteo Renzi e Berlusconi affinità imbarazzanti”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 novembre 2014 16:49 | Ultimo aggiornamento: 14 novembre 2014 16:49
Bruno Vespa: "Tra Matteo Renzi e Berlusconi affinità imbarazzanti"

Bruno Vespa: “Tra Matteo Renzi e Berlusconi affinità imbarazzanti”

ROMA – Tra Matteo Renzi e Berlusconi ci sono “affinità imbarazzanti”, parola di Bruno Vespa. Il giornalista ha appena finito di scrivere un nuovo libro, “Italiani voltagabbana”, e non manca di analizzare la politica di oggi. Mariagloria Fontana lo ha intervistato per Visto:

Nel passato ha raccolto le confidenze dell’ex Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, in questo suo ultimo libro intervista il Premier Matteo Renzi. Ci sono affinità e una continuità politica tra i due?

Renzi è il figlio politico che Berlusconi non ha mai avuto, perché hanno delle affinità imbarazzanti. Entrambi sono caratterialmente estroversi, grandi comunicatori, vanno d’accordo e si trovano simpatici. Vogliono tutti e due fare dei grandi cambiamenti, ma a Berlusconi non è stato consentito. Sono passati dodici anni da quando Berlusconi provò a cambiare l’articolo 18 e glielo fecero ritirare. Renzi ci sta riuscendo. Le riforme cosiddette di destra si possono fare solo da sinistra, ma questa è una vecchia storia.

Berlusconi in “Italiani voltagabbana” le confessa che di Renzi gli manca la temerarietà e la fortuna, secondo lei è così?

Berlusconi dice che gli manca anche la cattiveria di Renzi. Nel senso che un uomo politico in certi momenti non deve guardare in faccia nessuno. Invece Berlusconi sostiene che si intenerisce e alla fine cede e le cose non le fa più. Per quanto riguarda la temerarietà, Berlusconi è un imprenditore e come tale deve essere coraggioso, non temerario, perché non può mettere a rischio l’azienda. Renzi, al contrario, è stato anche temerario, ha sempre detto che o portava a termine una sua riforma, un suo progetto o sarebbe andato via. Finora gli sta andando bene.

Crede che ci sia una figura politica interna al Pd che possa minacciare la leadership di Renzi?

In questo momento no, questa è la sua forza, perché lui non ha un’opposizione vera né interna né esterna. Il centrodestra non rappresenta un’opposizione alla politica di Renzi.

Quali sono le caratteristiche che hanno determinato il successo politico di Renzi?

È un uomo intelligente, un grande comunicatore e ha molto coraggio. Un lato debole? Deve ampliare la cerchia dei suoi alleati, si è circondato solo di persone molto vicine. Deve imparare a fidarsi di più degli altri. Sicuramente deve sceglierli bene. Attualmente è un uomo solo.