Denis Verdini nella lista dei 43 che hanno votato Mattarella e non scheda bianca

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Febbraio 2015 14:28 | Ultimo aggiornamento: 2 Febbraio 2015 14:29
Denis Verdini nella lista dei 43 che hanno votato Mattarella e non scheda bianca

Denis Verdini nella lista dei 43 che hanno votato Mattarella e non scheda bianca

ROMA – Denis Verdini nella lista dei 43 che hanno votato Mattarella e non scheda bianca. In attesa della resa dei conti dentro Forza Italia dopo la solare sconfitta nella partita del Quirinale, il “moviolone”, rudimentale forma di controllo sul voto dei parlamentari azzurri, ha emesso i suoi primi verdetti. Nella “lista dei veleni” come l’ha ribattezzata il settimanale L’Espresso (che invita peraltro a consultarla con beneficio d’inventario) ci sono i nomi di 28 deputati e 15 senatori che avrebbero disatteso l’ordine di scuderia a votare scheda bianca e che invece si sono espressi per Mattarella, il candidato di Renzi.

La notizia bomba è che nella lista c’è anche il nome di Denis Verdini, in predicato di uscire dal vertice ristretto che guida Forza Italia. Il sistema del moviolone consente solo l’uso del condizionale, visto che il “commissario” designato sul momento, Iole Santelli, aveva il compito di tener d’occhio i votanti osservando il modo in cui tenevano i piedi una volta di fronte all’urna: “Chi li teneva verso l’uscita non stava scrivendo, chi invece li girava verso la tavoletta era impegnato a usare la matita”.

Questa comunque la lista completa diffusa da L’Espresso:

Maurizio Bianconi, Adriano Biasotti, Michela Brambilla, Basilio Catanoso, Nicola Ciracì, Luca D’Alessandro, Monica Faenzi, Sestino Giacomoni, Cosimo Latronico, Piero Longo, Giovanni Mottola, Massimo Parisi, Gianfranco Rotondi, Francesco Saverio Romano, Elivira Savino, Luca Squeri, Elio Vito. Tra i senatori: Bernabò Bocca, Riccardo Conti, Ciro Falanga, Pietro Liuzzi, Eva Longo, Lionello Pagnoncelli, Antonio Razzi, Domenico Scilipoti. E Denis Verdini. (Marco Damilano, L’espresso)