Elezioni, in Alto Adige Maria Elena Boschi salvata dalla Svp. Pd perde il 10%

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 marzo 2018 8:48 | Ultimo aggiornamento: 7 marzo 2018 9:53
Elezioni, in Alto Adige Maria Elena Boschi salvata dalla Svp. Pd perde il 10%

Elezioni, in Alto Adige Maria Elena Boschi salvata dalla Svp. Pd perde il 10%

BOLZANO – In Alto Adige Maria Elena Boschi salvata dalla Svp: il Pd prende il 10% in meno di 5 anni fa e in provincia è solo il quarto partito. La Boschi infatti è stata eletta con il 41,2%. Ma anche l’Alto Adige non è stato immune al crollo dei democratici: nello stesso collegio cinque anni fa Francesco Palermo aveva ottenuto il 10% in più. E ancora: dei 37.793 voti presi dalla Boschi, più di 22mila arrivano dalla Svp. Il posto a Montecitorio le è stato garantito dagli elettori di lingua tedesca della Südtiroler Volkspartei, mentre il Pd in Provincia autonoma è stato superato nettamente dal Movimento 5 stelle (13,94% alla Camera contro 8,47%), ma anche dalla Lega.

Come scrive Il Fatto Quotidiano:

Nel complesso l’Alto Adige continua a rimanere autonoma anche nel voto. Gli elettori della comunità tedesca hanno premiato ancora una volta il loro partito di governo, quella Svp che nei collegi uninominali di Merano e Bressanone ha superato il 60%. Ma il voto di protesta è arrivato anche nella Provincia più ricca d’Italia, dove il M5s ha ottenuto un 5% in più rispetto al 2013 e la Lega è passata dallo 0,94% al 9,63% alla Camera. L’effetto è evidente laddove la comunità italiana è più presente, quindi nella città di Bolzano. Nel capoluogo governato da Renzo Caramaschi (centrosinistra), eletto meno di due anni fa con il 22,32% al primo turno, i 5 stelle sono diventati il primo partito e il Carroccio ha ottenuto appena 300 voti in meno del Pd.