Elezioni 2022, guida pratica al voto del 25 settembre: schede, simboli e candidati

Ecco tutte le informazioni pratiche per aiutare i cittadini chiamati ad esprimersi ai seggi il prossimo 25 settembre.

di FIlippo Limoncelli
Pubblicato il 12 Settembre 2022 - 11:07 OLTRE 6 MESI FA
Elezioni 2022 guida voto

Elezioni 2022, guida pratica al voto del 25 settembre: schede, simboli e candidati (foto ANSA)

Una guida pratica per votare alle elezioni del 25 settembre 2022, tra simboli di partito, candidati in quota maggioritario o proporzionale e schede gialle e rosa. E’ quanto mai necessario ripassare le modalità di voto, per non sbagliare.

Ricordiamo che l’appuntamento per il voto è fissato per domenica 25 settembre. Gli elettori recarsi al proprio seggio elettorale dalle ore 7 fino alle ore 23. 

Elezioni 25 settembre 2022, come si vota

Al seggio ogni elettore riceve due schede: una per la Camera (rosa), una per il Senato (gialla).

Su ciascusa scheda l’elettore esprime un unico voto: non è previsto il voto disgiunto.

Voto 25 settembre, le schede

Nome del candidato – nel collegio uninominale (voto maggioritario);

Simboli liste o gruppi di liste – nel collegio plurinominale (voto proporzionale);

Nome dei candidati – nel collegio plurinominale.

Come si vota 

Si vota tracciando un segno sul rettangolo con il simbolo della lista e i nomi dei candidati nel collegio plurinominale;
il voto così espresso vale sia per il candidato nel collegio uninominale sia per la lista nel collegio plurinominale.

Se metti un segno sul simbolo della lista, il tuo voto vale anche per l’uninominale collegato e viceversa;
lo stesso accade se indichi solo il simbolo di una lista in coalizione: il voto va sia alla lista che al candidato uninominale.

Si può votare anche con un segno sul nome del candidato uninominale collegato a più liste in coalizione;
il voto va anche alle liste collegate, in proporzione ai voti ottenuti nel collegio uninominale da ogni singola lista.

Se voti il candidato uninominale, questo va anche alla lista singola a cui è collegata per la parte proporzionale.

Puoi anche votare mettendo un segno sul nome del candidato uninominale e anche sul simbolo sottostante con il contrassegno della lista;
il voto è comunque valido a favore sia del candidato uninominale sia della lista.

Se metti un segno sul simbolo e uno sulla lista dei candidati nel collegio plurinominale della stessa lista, il tuo voto è valido a favore sia della lista sia del candidato uninominale.

Scheda nulla, cosa non fare

Non puoi votare un candidato e una lista cui non è collegato: questo è considerato voto disgiunto;
non è consentito, la scheda è annullata e il voto è nullo.

Se metti un segno su un singolo nome nel listino proporzionale il voto è nullo. Infatti il sistema elettorale non prevede di esprimere una preferenza.