Eolico: le indagini sui rapporti di affari passano anche per Forlì

Pubblicato il 23 luglio 2010 22:35 | Ultimo aggiornamento: 24 luglio 2010 0:05

Sono arrivate anche a Forlì le indagini per l’inchiesta sull’eolico, che ha tra l’altro portato in carcere Flavio Carboni. Nella giornata di ieri e sino a notte fonda i finanzieri della polizia valutaria di Roma, arrivati nel capoluogo romagnolo, hanno sentito diverse persone sui loro rapporti d’affari con gli indagati. Fra questi il commercialista Fabio Porcellini e l’imprenditore Alessandro Fornari, suocero del primo.

”Confermo che i miei due assistiti sono stati sentiti come persone informate sui fatti, cosi’ come altre persone forlivesi, anch’esse nella stessa posizione – ha poi precisato l’avvocato Giovanni Principato, legale di entrambi -. Inoltre i miei due assistiti hanno fornito ai finanzieri tutta un’ampia documentazione. Si tratta di contratti, elementi contabili e altro ancora. Insomma tutto quanto richiesto e in loro possesso. Credo che a questo punto dovrebbe essere tutto a posto: i miei assistiti hanno fornito ogni informazione e ogni documento che possa riguardare l’indagine in corso da parte della magistratura romana”.

Scettico il legale sulle voci della possibile apertura di un fascicolo su questa vicenda anche da parte della procura forlivese: ”Non ho notizie a questo riguardo e da quanto a mia conoscenza non mi pare ce ne siano i presupposti. Mi pare che i magistrati romani stiano facendo una ricognizione a tutto campo per acquisire piu’ dati possibili eventualmente utili alle loro indagini. Indagini che credo vogliano tenere nella loro procura”.