Giorgio Napolitano: “Contento di tornare a casa. Quirinale un po’ prigione”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Gennaio 2015 12:50 | Ultimo aggiornamento: 14 Gennaio 2015 18:59
Giorgio Napolitano: "Contento di tornare a casa. Quirinale un po’ prigione"

Giorgio Napolitano: “Contento di tornare a casa. Quirinale un po’ prigione”

ROMA – Giorgio Napolitano lo dice a un bambino: “Sono contento di tornare a casa”. Risponde a una domanda in piazza del Quirinale durante la manifestazione della Polizia ‘una vita da social’.

“Qui si sta bene, è tutto molto bello – aggiunge Napolitano – ma è un po’ una prigione. A casa starò bene e passeggerò”.

Risponde Napolitano facendo capire a chi ancora non lo avesse capito che le dimissioni sono imminenti. La data, praticamente certa, è quella di domani 14 gennaio. Ora che il semestre italiano di presidenza Ue è finito, Napolitano può “uscire di prigione” e lasciare il Quirinale a qualcun altro.

Il presidente, di ritorno al Quirinale da un impegno pubblico, si è fermato sulla piazza per salutare i ragazzi che partecipano oggi all’iniziativa della Polizia per sensibilizzare i giovani all’uso sicuro di internet. Dopo aver salutato il capo della Polizia, Alessandro Pansa, Napolitano, ha parlato per qualche minuto con gli studenti. “Io non navigo”, ha detto Napolitano aggiungendo però di essere ben consapevole dell’importanza di internet, raccomandando loro un uso consapevole del web e dei social.