Polverini: “Grazie Napolitano. Nel Pdl nessun complotto contro di me”

Pubblicato il 9 Marzo 2010 11:23 | Ultimo aggiornamento: 9 Marzo 2010 11:23

Renata Polverini

Renata Polverini ringrazia il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per l’impegno a tutela degli elettori. Secondo la candidata del centrodestra alla guida della Regione Lazio Napolitano “ha fatto un gesto straordinario la scorsa settimana quando, sottoscrivendo il decreto, ha tentato di dare la possibilità a tutti gli elettori del Lazio di poter trovare il loro partito e il loro candidato sulla scheda, sostenendo che gli sembrava ingiusto andare alle elezioni senza il primo partito di Roma sulla scheda”. Intervenuta nella trasmissione televisiva ‘Il Caffe’ su Rainews 24 la candidata del centrodestra a presidente della Regione Lazio Renata Polverini ha aggiunto di aver “ringraziato” il presidente della Repubblica.

Secondo la Polverini, dietro il caos delle liste nel Lazio “non si nasconde una lotta all’interno della maggioranza” contro di lei. Rispondendo ad una domanda su un presunto complotto ai suoi danni la leader dell’Ugl ha spiegato:  “Non penso di poter giustificare un caos così grande. Forse mi si sopravvaluta in questo senso. Ho fatto la sindacalista per 27 anni e ho accettato questo incarico nell’interesse delle persone. Faccio una campagna elettorale sui temi che interessano le persone e non credo di aver pestato i piedi a nessuno”.

No comment, invece, sulla possibilità di rinviare le elezioni nel Lazio dopo il no del Tar alla riammissione delle liste del Pdl: “Non sono una giurista e neanche voglio diventarlo. Quindi non ho la più pallida idea. Ci sono dei ricorsi ma sinceramente non lo so. Mi sto occupando soltanto di fare campagna elettorale e sono tre mesi che mi occupo dei problemi che interessano le persone”.

“In ogni caso – ha concluso la Polverini – non è vero che sono senza candidati dopo la non ammissione del Pdl, ci sono i candidati di tutte le altre liste che mi sostengono”.