Profumo: “Borse di studio università passano da 110 a 165 milioni”

Pubblicato il 22 Marzo 2012 18:26 | Ultimo aggiornamento: 22 Marzo 2012 18:30

ROMA, 22 MAR – ''Nonostante le difficolta' del Paese c'e' grande attenzione da parte del Governo sul tema dei diritto allo studio, un tema fondamentale perche' l'istruzione possa riprendere il suo percorso formativo''. Lo ha assicurato il ministro dell'Istruzione, Francesco Profumo, intervenendo oggi pomeriggio alla riunione delle Consulte studentesche.

''C'e' un accordo tra Miur, Regioni e studenti perche' ci siano risorse e tempi che corrispondono alle necessita' della scuola in termini di borse di studio. Si passa – ha informato il ministro – dagli attuali 110 milioni a 165 l'anno prossimo e ci sara' un incremento anche della quota che spetta alle Regioni''. Parlando con gli studenti, il ministro si e' quindi soffermato sulla questione delle residenze universitarie. ''Stiamo per chiudere il bando della legge 338 e le risorse ammontano a circa 140 milioni. Ci sara' – ha spiegato – un finanziamento ulteriore rispetto a quanto previsto in modo che i progetti possano andare avanti''.

Domani sul tavolo del consiglio dei ministri arrivera' un decreto legislativo (in attuazione della delega prevista dalla legge di riforma dell'universita') relativo proprio alla revisione della normativa di principio in materia di diritto allo studio e valorizzazione dei collegi universitari legalmente riconosciuti. Sara' presentato anche un altro decreto legislativo sulla disciplina per la programmazione, il monitoraggio e la valutazione delle politiche di bilancio e di reclutamento degli Atenei.