Santanchè: "Monti deve cambiare lo Stato non gli italiani"

Pubblicato il 11 Febbraio 2012 17:16 | Ultimo aggiornamento: 11 Febbraio 2012 17:21

ROMA – ''Monti non deve cambiare gli italiani ma lo Stato. E' per questo che e' presidente e ha il Pdl e il Pd che lo sostengono. Se l'Italia regge, lo si deve agli italiani''. Lo afferma Daniela Santanche', in un'intervista a Tgcom 24.

''In questo momento – prosegue – l'Italia ha bisogno di quelle riforme che non siamo riusciti a fare perche' non avevamo la maggioranza a causa della scissione di Fini. Non avevamo i numeri per poterlo fare. Monti lo ha ammesso, lui e i suoi ministri stanno facendo quello che c'era nel nostro programma''.

Sulla legge elettorale e le alleanze, Santanche' aggiunge: ''Io ritengo che la legge elettorale debba cambiare le regole per l'accesso al Parlamento. Per cambiare le regole e' meglio farlo con gli avversari che con i finti amici e i traditori come Fini e Casini. La strada maestra e' che Pdl e Pd siano d'accordo. Oggi non si deve parlare di alleanze, vedremo alle amministrative. Auspico che continui l'alleanza con la Lega perche' insieme si vince. Lunedi' scorso c'e' stata una cena tra Bossi e Berlusconi e la Lega si accorgera' che rompere non conviene a nessuno perche' vinciamo se stiamo insieme''.

Sulle liberalizzazioni conclude:''Il compito del Pdl e' migliorare le riforme e gli emendamenti vanno in quella strada. Per ora si toccano farmacisti e taxisti, ma cosa ci chiedono gli italiani? Tutti utilizzano le banche e credo che li' bisogna essere piu' coraggiosi''.