Sondaggio Pagnoncelli. Toh! Salvini perde sei punti in un mese (30,9%)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 maggio 2019 11:15 | Ultimo aggiornamento: 10 maggio 2019 12:43
Sondaggio Pagnoncelli. Toh! Salvini perde sei punti in un mese (30,9%)

Sondaggio Pagnoncelli. Toh! Salvini perde sei punti in un mese (30,9%)

ROMA – L’ultimo sondaggio prima delle elezioni europee 2019 realizzato da Ipsos per il Corriere della Sera indica la Lega primo partito con il 30,9% ma conferma il trend negativo delle recenti rilevazioni: in un mese, che coincide con la vicenda dell’indagine per corruzione del sottosegretario Siri e relativo braccio di ferro con M5S prima della sua cacciata, ha perso sei punti percentuali, dal suo picco di aprile.

Ubiquo e onnipresente, il segretario leghista e ministro dell’Interno Salvini ha esagerato – suggerisce Nando Pagnoncelli – nel forzare sempre i toni e nello stillicidio quotidiano del confronto con l’alleato Di Maio su ogni tema. Nelle ultime settimane la strategia vincente l’ha azzeccata proprio Di Maio.

Infatti M5S, specularmente, si attesta al 24,9% guadagnando in poche settimane il 2,9%, confermando il trend positivo delle ultime settimane dopo aver pagato dazio con la partecipazione al governo e rimanendo distante di quasi otto punti dall’exploit alle politiche del 2018. Il Pd del nuovo corso Zingaretti consolida la sua piccola crescita superando la soglia psicologica del 20% (20,5%). 

Sarà così anche alle urne? Nando Pagnoncelli sul Corriere invita alla prudenza, le cose possono ancora cambiare: “Per due ordini di ragioni principalmente: l’andamento della campagna elettorale e il suo impatto sugli elettori, nonché la presenza di una fetta di elettori incerti, che molto probabilmente parteciperanno al voto ma non hanno ancora deciso cosa votare. Costoro si attestano al 9,6%. La partecipazione che stimiamo oggi è di circa il 58%, molto vicina a quella registrata per le Europee del 2014”. (fonte Corriere.it)

Lega 30,9%

M5S 24,9%

Pd 20,5%

Forza Italia 7,8%

Fratelli d’Italia 5,7%

+ Europa 3,2%

La Sinistra 2,1%

Europa Verde 1,8%