Vaccini 5 Stelle. Paola Taverna: “Se il cuginetto era malato, da mia zia facevamo la processione…”. Video

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 agosto 2018 10:11 | Ultimo aggiornamento: 8 agosto 2018 10:11
Vaccini 5 Stelle. Paola Taverna: "Se il cuginetto era malato, da mia zia facevamo la processione...". Video

Vaccini 5 Stelle. Paola Taverna: “Se il cuginetto era malato, da mia zia facevamo la processione…”. Video

ROMA – “Da piccoli ci immunizzavamo con i cugini contagiati. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play]Da mia zia facevamo la processione…”, sosteneva ancora a febbraio scorso Paola Taverna, senatrice grillina. La contraddizione dell’obbligo “facoltativo” di vaccinazione per iscrivere i figli a nidi e materne deciso dal governo diceva già tanto su sensibilità e cultura dei partiti di maggioranza, in particolare di M5S, sulla questione dei vaccini.

Però il video di una riunione grillina presieduta appunto a febbraio da Paola Taverna, pasionaria della prima ora e oggi vicepresidente del Senato, ci dice tutto. La senatrice è scettica sui vaccini, il bimbo non vaccinato è un bimbo sano, scandisce. Poi la perla di saggezza antica che sbaraglia le arroganti certezze di medici e scienziati: “Quando ero piccola e avevo un cugino con una malattia esantematica, a casa di mia zia facevano la processione”.

Attinge ai ricordi d’infanzia la Taverna, i giorni belli quando il cuginetto s’era beccato il morbillo, o la varicella, e i nipoti a rischio contagio si vedevano in gruppo dalla cara zia così da togliersi tutti insieme il problema. Ricorda un po’ i “varicella party” promossi da altre pasionarie no vax in tempi più recenti.

Le alate conclusioni scientifiche della Taverna, di cui in effetti sfuggono le credenziali accademiche, sono corredate da linguaggio e toni adatti alla circostanza, per cui quando ti dicono (i poteri forti, le multinazionali, immaginiamo) di voler ottenere l’immunizzazione di massa, “ve stanno a prende per il c…”.

“Imbarazzante. Questa donna – scrive su Fb la senatrice Pd Simona Malpezzi – è imbarazzante. E pure pericolosa. Non può presiedere l’aula del Senato una che mette a rischio la salute pubblica”.