Obama sull’Afghanistan: “Il ritiro nel 2011 non è negoziabile”

Pubblicato il 16 agosto 2010 17:38 | Ultimo aggiornamento: 16 agosto 2010 18:02

Barack Obama

La data del primo luglio 2011 per l’inizio del ritiro degli Usa dall’Afghanistan ”non è negoziabile”. E’ questa la posizione del presidente degli Stati Uniti Barack Obama, come ha ribadito oggi il portavoce aggiunto della Casa Bianca Bill Burton. Lo riferiscono i giornalisti al seguito di Obama, oggi in Wisconsin e poi in California.

Il portavoce ha precisato, riferendosi ai commenti più possibilisti del generale David Petraeus, responsabile Usa e Nato in Afghanistan, che ”non ci sono divergenze tra il presidente ed i suoi comandanti”. Non ci sono stati commenti sulla decisione del presidente afghano Hamid Karzai di smantellare la sicurezza privata, mentre Burton ha negato che, come scrive il Financial Times, ci siano legami tra le future vendite di armi ad Ankara e l’ammorbidimento delle critiche turche ad Israele. ”Non c’è nessun ultimatum”, detto il portavoce a tre riprese.