Libia, anche l’Italia chiede un’inchiesta sulla morte di Gheddafi

Pubblicato il 23 ottobre 2011 19:32 | Ultimo aggiornamento: 23 ottobre 2011 20:01

ROMA, 23 OTT – ”L’Italia auspica che venga fatta luce in tempi rapidi sull’esatta dinamica dei fatti che hanno portato alla morte di Gheddafi” e, oltre ad appoggiare ”un eventuale indagine Onu”, sosterrebbe il Cnt ”qualora decidesse di avviare un’inchiesta interna”. Lo riferisce il portavoce della Farnesina Maurizio Massari interpellato dall’ANSA.

”Oltre ad appoggiare un’eventuale indagine condotta dall’Onu – ha spiegato Massari – siamo pronti a sostenere il Cnt libico qualora decidesse di avviare un’inchiesta interna”. Tale inchiesta interna, ha sottolineato il portavoce della Farnesina, ”sarebbe un segnale importante per partire con il piede giusto sulla strada dell’affermazione dello Stato di diritto” e ”un biglietto da visita rassicurante verso la comunita’ internazionale”.

Nei giorni scorsi era stato l’Alto commissariato per i diritti umani delle Nazioni Unite ad auspicare l’apertura di un’indagine sulle circostanze ”non chiare” della morte del colonnello. Oggi tale appello e’ stato raccolto e rilanciato dagli Stati Uniti, per bocca del segretario di Stato Hillary Clinton, e dalla Gran Bretagna.