Usa, Jimmy Carter. L’America ha abbandonato la difesa globale dei diritti umani

Pubblicato il 26 giugno 2012 15:51 | Ultimo aggiornamento: 11 luglio 2012 18:03

L'ex presidente democatico Jimmy Carter

WASHINGTON, SATI UNITI – ”Gli Stati Uniti stanno abbandonando il loro ruolo di campioni globali dei diritti umani”: la denuncia arriva dall’ex presidente statunitense democratico, Jimmy Carter, che sulle colonne del New Tork Times mette sotto accusa la cosiddetta ‘dottrina Obama’ grazie alla quale nella lotta al terrorismo e’ oramai permesso ”assassinare” persone al di fuori dei confini Usa, anche se gli obiettivi sono cittadini americani.

”L’America, una volta leader globale, oggi sul fronte dei diritti umani ha perso la sua via”, scrive Carter, che senza termini parla di un ”record insolito e crudele”. ”Ci sono prove inquietanti di quanto la violazione dei diritti umani da parte della nostra nazione si sia estesa, a partire dagli attentati dell’11 settembre 2001, attraverso azioni esecutive e legislative bipartisan, senza alcun dissenso da parte dell’opinione pubblica”. ”Il risultato – prosegue l’ex presidente Usa – e’ che il nostro Paese non puo’ piu’ parlare con autorita’ morale di queste questioni fondamentali”.